C’è chi crede che tutto gli sia dovuto, ma non è dovuto niente a nessuno.

Le cose si conquistano con dolcezza ed umiltà.
(Madre Teresa di Calcutta)

Degas. Capolavori del Musée d’Orsay a Torino.

Finalmente una grande mostra torna a Torino, e in una sede appropriata.
I capolavori di Edgar Degas sono visitabili alla Società Promotrice delle Belle Arti dal 18 ottobre al 27 gennaio 2013, sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica. Appartengono alla collezione del Musée d’Orsay di Parigi.
Le circa 80 opere, tra tele, sculture e disegni di uno tra i più celebri artisti dell’Impressionismo francese (vissuto tra il 1834 e il 1917) non potevano trovare collocazione più adatta. L’edificio in stile art nouveau è la cornice ideale per ospitarle, tanto che il curatore del museo parigino, Xavier Rey, ha osservato compiaciuto:”questo luogo dell’arte ottocentesca è perfetto…le volumetrie delle sale sono giuste.”
La Società Promotrice delle Belle Arti torinese è nata nel 1842, con lo scopo di diffondere in Torino la conoscenza delle opere e degli artisti del momento. Dal 1914 ha sede nella palazzina al Parco del Valentino.
La mostra di Torino è la personale di Degas più importante degli ultimi decenni in Italia, realizzata in coproduzione tra il Comune di Torino e la Skira Editrice, che ne pubblica anche il Catalogo. Gli organizzatori stimano che almeno 200 mila visitatori arriveranno alla Promotrice, e certamente il favore del pubblico non mancherà.
Nelle 12 sale allestite vedremo gli interni dei caffè parigini, le orchestrine, le corse dei cavalli, scene di vita famigliare e bohèmienne, scorci del soggiorno del pittore in Italia..e naturalmente le celebri danzatrici amate dal pubblico. Il sapiente uso delle luci le valorizza: ecco, tra le altre, la “Ballerina che si infila le calze”, “Prove di balletto in scena”, “Arlecchino e Colombina”, per giungere alla “Ballerina di 14 anni”, l’unica che Degas ha visto esposta.
L’allestimento classico è affiancato da supporti tecnologici, filmati e proiezioni. Le informazioni sulla mostra sono reperibili sul sito
www.mostradegas.it

Rossella Lajolo

rossellal@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)