I libri sono risorse di grano da ammassare per l’inverno dello spirito (Marguerite Yourcenar)

L’Ecomuseo Urbano della Circoscrizione 2 accoglie il progetto Banlieues d’Europe

L’EUT 2 di Torino ha partecipato con entusiasmo all’incontro con l’associazione Banlieues d’Europe, che ha portato nelle giornate del 21,22 e 23 novembre nella nostra circoscrizione un gruppo di partecipanti all’iniziativa dal titolo “Il ruolo della cultura di fronte all’incremento dei nazionalismi in Europa”.
Banlieues d’Europe è una rete culturale europea, costituita da attori culturali, artisti, ricercatori e politici, tutti consapevoli della necessità di confrontare e scambiare il loro modus operandi e le loro informazioni, per promuovere i progetti di azione culturale sviluppati in Europa con gli abitanti delle periferie di alcune grandi città europee (Lione, Bucarest, Belfast, Glasgow, Barcellone, Bruxelles, Berlino, Torino, Belgrado e Vienna) con realtà ben diverse tra loro, geograficamente, politicamente e culturalmente.
Nella mattina del 23 novembre l’Ecomuseo, il Contratto di Quartiere e la Cascina Roccafranca hanno avuto il compito d’illustrare agli ospiti francesi le numerose iniziative e opportunità rivolte alla cittadinanza a partire dal 2007, tramite la visita alle mostre “La fabbrica della città” e “Dallo stesso punto di vista”, alle strutture polifunzionali cascina Giajone e Roccafranca e una breve passeggiata nel quartiere.

Tutti gli eventi creati, i momenti di convivialità, i corsi di formazione e gli spazi messi a disposizione da questi Enti hanno da sempre avuto lo scopo di mettere in contatto quante più persone possibile, instaurando legami d’amicizia e fiducia e trasmettendo la memoria e la Storia del quartiere Santa Rita-Mirafiori Nord, superando le restrizioni di origine etnica e le barriere regionalistiche o nazionalistiche.

Ogni partecipante a questo forum è stato inoltre omaggiato dal Gruppo Volontari Culturali Ecomuseali di una busta contenente delle pubblicazioni, frutto di ricerca e raccolta di informazioni sul patrimonio artistico e culturale del territorio.

 

Con reciproca soddisfazione per la visita effettuata, la mattinata si è poi conclusa, con un simpatico buffet, presso il luogo di ritrovo di tutte le giornate del meeting (le sale Polivalenti M. Operti e G. Fornero presso la Parrocchia del Redentore di C.so Siracusa), a cui hanno partecipato ospiti e ospitanti per concludere in festa questa tre giorni di proficuo scambio di punti di vista e speranze per una società globale più unita.

Marzia Bolle (volontaria EUT2)

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)