Se giudichi le persone, non hai il tempo di amarle.
(Madre Teresa di Calcutta)

“Oggi Passa il Domani” OP: FESTIVAL INTERNAZIONALE DELL’ORALITÀ POPOLARE

Oggi Passa il Domani” è la dedica di OP 2013 che parte venerdi 7 giugno. OP-13_-imm-web-319x319

Continua così il lavoro sulla trasmissione dei “saperi”, che dalla scorsa edizione individua tutte quelle BUONE PRATICHE che sappiano raccogliere il “testimone” della tradizione e innovarlo, con particolare attenzione alle GENERAZIONI DI DOMANI.

Sono appuntamenti di festa, con la voglia di riprendersi il futuro attraverso la Cultura: un’idea d’ITALIA CHE BALLA e che vedrà coinvolti tutti i quartieri della Città di Torino, pronti ad accogliere altre regioni del Mediterraneo, fino ad ospitare gli Emirati Arabi.

Vorremmo fossero “semi” positivi quelli che il soffione della Rete sparge tutti gli anni e che con sempre più frequenza condividiamo nelle politiche pubbliche e nelle grandi manifestazioni   culturali: segno che la Cultura è “contagiosa” e può avere un ruolo sociale quando temi e parole diventano quotidiani.

I tre giorni di piazza sono il momento performativo del lavoro in Rete: enti, associazioni, scuole, ricercatori e volontari di tutta Italia s’incontrano e portano gli esempi di quella cultura che ha come comune denominatore la “cura della comunità”. Progetti che rappresentano altrettanti tentativi di riallacciare un rapporto sociale sfilacciato, individuale, pieno di ferite. Questa volta quei progetti dialogano, si contaminano, cercano di capire come poter essere replicati da una parte all’altra del territorio. Come è accaduto a “Indovina chi viene a cena?” che, partito da Torino, oggi è presente in altre 10 città e continua a diffondersi. Oppure come sta succedendo all’Archivio partecipato, iniziato con il dono della biblioteca personale del Professor Tullio De Mauro,  e che, con l’ausilio di una App per Smart Phone, continuerà a implementarsi attraverso le attività con le scuole e il territorio.

Un’idea di Cultura Popolare non ferma, che ha rispetto per il passato e fa della memoria materia viva, in grado di accogliere, anche attraverso le nuove tecnologie, le complessità di oggi.

Ospite di Op 2013

L’Emirato di Sharjah, con la presenza del Abdulaziz Almusallam Alkhaaldi – Direttore dei Patrimoni Culturale della Città di Sharjah, Emirati Arabi Uniti, Dipartimento governativo cultura e informazioni.

TEMI E PROGETTI

– L’INVASIONE POPOLARE!

OP È IN TUTTA LA CITTÀ: l’inaugurazione nei quartieri

Venerdì 7 giugno partirà una Carovana di artisti OP, che, invadendo la Città, nelle case di Barriera, Mirafiori, San Salvario, San Donato e Aurora, rinnoverà per l’ottava volta l’arrivo del Festival a Torino.

Artisti provenienti da molte regioni italiane, ma anche originari della Germania e del Burkina Faso porteranno canti, danze, teatro e incontri, disseminati in tutti i quartieri, casa per casa, per festeggiare il raduno dei portatori della tradizione orale.

 L’INVASIONE POPOLARE!

La Carovana degli artisti di OP invade Torino, nelle case di Barriera, Mirafiori, San Salvario, San Donato, Aurora

L’inaugurazione di OP 2013 sarà rappresentata dalla una Carovana di artisti provenienti da molte regioni italiane, ma anche originari della Germania e del Burkina Faso che invade la Città di Torino, diffondendo canti, danze, teatro e incontri disseminati in tutti i quartieri, casa per casa, per festeggiare l’arrivo di OP.

Cecchi Point, Via Antonio Cecchi 17

21.00: LassatilAbballari (Sicilia)

Bagni Pubblici di Via Agliè, Via Agliè 9

21.00: I Melannurca (Piemonte/Campania)

Casa del Quartiere San Salvario, Via Morgari 14

21.00: G.A.P. Gruppo Armonie Popolari/Corte dei Miracoli (Lombardia)

Cascina Roccafranca, Via E. Rubino, 45

21.00: Fraternalcompagnia di Piazza Grande – Commedia dell’Arte (Emilia Romagna) e Folk Road (Lazio)

+Spazio Quattro, Via Saccarelli 18

21.00: Katoumà Danse (Piemonte/Burkina Faso)

Cascina Falchera, Strada Cuorgné 109

19.30: Flavia D’Aiello – Teatro di Figura (Campania) e Nando Brusco (Calabria)

Hiroshima Mon Amour, Via Bossoli 83

21.00: Associazione Culturale Melquiades/Teatro Schabernack – Teatro di Strada (Toscana/Germania)

La Casa nel Parco, Via Panetti 1 (Parco Colonnetti)

21.00: Daniele Contardo (Piemonte) e Trizziridonna (Sicilia)

ReteItaOP

Op è  un lavoro che non si improvvisa  e cerca buone pratiche per la generazione di domani: scuola, casa, lavoro e memoria: modelli virtuosi di gestione della cosa pubblica, del lavoro, del “fare economia”, del riallacciare un dialogo intergenerazionale.

Quest’anno porteremo in piazza buone pratiche in campo formativo come l’esempio del liceo brindisino che ha eliminato i libri scolastici, o la scelta di un piccolo comune che mette a disposizione gli stipendi della sua giunta per i giovani studenti del paese, e ancora una mappatura di riti, feste e tradizioni attraverso gli Smart Phone, per la creazione di un Archivio partecipato.

– FARE BALLARE L’ITALIA

In un vecchio “ball a palchet”, ovvero una pista circolare chiusa con al centro un palo, tipica  struttura piemontese utilizzata per il ballo nelle feste di paese, gruppi e progetti musicali provenienti da tutta Italia ci faranno fare un viaggio etnomusicale nella penisola, con danze e canti da nord a sud. Una piazza che mescola le diverse sonorità di feste d’altri tempi che le giovani generazioni hanno recuperato e reinventato per le comunità di oggi.

 – INDOVINA CHI VIENE A CENA?

Da due anni alcune famiglie di “nuovi italiani”, venuti a vivere nel nostro Paese da tutto il mondo, aprono le loro case e cucinano per chi ha accettato l’invito. L’iniziativa è nata a Torino, e si replica ormai in numerose città e comuni della penisola. Le case diventano così un luogo d’incontro, non solo un progetto gastronomico, ma la possibilità di conoscere “l’Altro”. Domenica 9 giugno le famiglie coinvolte in “Indovina chi viene a cena?” prepareranno una grande tavola. La Fondazione CRT raddoppierà il ricavato e metterà la cifra totale a disposizione per finanziare tirocini formativi retribuiti, di durata semestrale, rivolti ai neo-diplomati del territorio.

 – RAIZ e MESOLELLA

Raiz, ex cantante degli Almamegretta, e Fausto Mesolella, chitarrista e compositore degli Avion Travel, saranno ospiti nella festa di “Indovina chi viene a cena?”. WOPS è il viaggio musicale dai Rolling Stones ai Bee Gees, da Mario Merola a Battisti e agli Who, passando per Marley e Patty Pravo: i due musicisti si divertono e fanno divertire il pubblico con un passatempo d’autore che lascia il segno. Entrambi interpreti del film Passione di John Turturro, dal vivo ripropongono alcuni dei classici della canzone napoletana presenti nel film e riarrangiati per l’occasione.

 COSTRUZIONE DI #op2013

OP è il risultato di un anno di lavoro con i tavoli permanenti di co-progettazione, a cui hanno partecipato in ambito Internazionale i membri di “Arianna”, la Rete Euro-Mediterranea per la Cultura e il Patrimonio, mentre sul territorio nazionale i soci della Rete: enti, associazioni ed esperti che hanno evidenziato i progetti più significativi. Da sottolineare la costituzione del tavolo piemontese per l’accoglienza ad OP2013: dai Gruppi di Acquisto Solidale alla cultura dell’abitare, dalle Banche del Tempo ai progetti sull’artigianato, dall’Ufficio Scolastico Regionale a Iter (Istituzione Torinese per una Educazione Responsabile), fino ad arrivare alla Rete delle Case del Quartiere di Torino.

 Giornata Mondiale del Gioco

Nell’ultimo fine settimana di maggio è stata celebrata in tutto il mondo la Giornata Mondiale del Gioco per sottolineare l’importanza delle attività ludiche rivolte ai bambini, agli adulti e agli anziani. Tutti  i cittadini  attraverso il gioco hanno potuto recuperare e riscoprire tempi e spazi di qualità, spesso dimenticati, nella vita di tutti i giorni. I Centri di Cultura per il Gioco di ITER in occasione della Giornata Mondiale del Gioco hanno proposto quest’anno  ai cittadini torinesi un percorso che si snoda per le vie e le piazze  di Torino. La Festa, all’insegna  del piacere di stare insieme, avviata il 26 maggio in collaborazione con il progetto Urban Barriera, prosegue nelle ludoteche cittadine con intrattenimenti e sfide. Sono coinvolte le classi di tutte le province del Piemonte con il progetto 150 giochi di ieri per domani. La manifestazione, infine,  coinvolgerà  tutta la città con gli appuntamenti che si svolgeranno in piazza Carignano l’8 e il 9 giugno, realizzati in collaborazione con il Festival dell’Oralità Popolare e le associazioni e sostenuti dagli sponsor.

INFO

RETE ITALIANA DI CULTURA POPOLARE

Sede nazionale: Via Piave 15 – 10122 Torino

Tel 0039 011 4338865 – Fax 0039 011 4368630

info@reteitalianaculturapopolare.orgwww.reteitalianaculturapopolare.org

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*