Tutta la varietà, tutta la delizia, tutta la bellezza della vita è composta d’ombra e di luce.
(Lev Tolstoj)

Tutti pazzi per Rose

Un film delizioso.

Primavera 1958. roseRose Pamphyle, 21 anni, vive con il padre, un burbero vedovo che gestisce una drogheria in un piccolo villaggio della Normandia. Deve sposare il figlio del meccanico e le si prospetta un futuro da casalinga docile e applicata. Ma Rose non vuole questa vita. Parte per Lisieux, dove Louis Échard, 36 anni, carismatico proprietario di una compagnia di assicurazioni è alla ricerca di una segretaria. Il colloquio è un fiasco. Ma Rose ha un dono: lei batte a macchina a un velocità impressionante. La ragazza risveglia l’ambizioso atleta che dorme in Louis… Se vuole il lavoro, lei dovrà partecipare ad una gara di velocità di battitura. Non importano i sacrifici che dovrà affrontare per arrivare in cima. Louis s’improvvisa suo allenatore e decide che farà di lei la più veloce battitrice del Paese se non del mondo! E l’amore per questo sport non necessariamente si concilia con l’amore stesso…

Questa è la sinossi, ma il racconto che si snoda è ben di più. Sarà perchè è ambientato nell’anno in cui sono nato, sarà perchè è tutto così retrò, sarà perchè gli attori ( anoi italiani) sono completamente sconosciuti..compreso il regista ed il resto, sarà perchè mi ricorda “vacanze romane” senza principesse e star holliwoodiane, sarà perchè sto invecchiando,

ma il film è veramente leggiadro con un ritmo mozzafiato tipico della commedia brillante francese.

Se dovessi trovare uno slogan per il film scriverei “se non ami non sei” con un’aggiunta del tipo “batti più forte che puoi: chi ti cerca sta per trovartirose 2

… Sui tasti, naturalmente

Infine nel film c’è un pezzo musicale, in francese ovviamente, godibilissimo.

Possiamo proporvelo solo italiano.

http://tuttipazziperrose.libero.it/

http://www.populaire-lefilm.com/

franco

direttore@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)