“Oramai siamo carne e telefonino: la memoria non è più nella testa, ma nello smartphone”.

(Vittorino Andreoli)

Settimana di emozioni musicali e viaggi sonori sulla via Agliè

Oggi martedì 9  l’amico Tatè Nsongan e il suo progetto con le NsonGirls, farà un “fuori programma” della rassegna estiva “estate ai Bagni”, con i loro ritmi africani contaminati dalle corde degli archi; e poi giovedì 11 la Compagnia del Siparietto presenta “Le mie parole non dimenticar”, 
Comico, cantato e suonato dal vivo, racchiude suggestioni canore, improvvisazioni musica e teatro nel ricordi di inizio / metà 900…
Viaggi sonori, dall’Africa al secolo scorso.

Martedì 9 luglio

Tatè Nsongan e les nsongirls
ORE 19,30 APERITIVO
ORE 20,30 CONCERTO
saranno AI BAGNI PER ALLIETARE VIA AGLIE’, PER STRADA, IN UNA SERA D’ESTATE

Un quartetto d’archi, di matrice classica, si avventura nel mondo della musica africana Camerunese (world music). La violoncellista Paola Torsi, si è proposta di rivisitare ed arrangiare i brani del compositore e polistrumentista Tatè Nsongan – che ha già al suo attivo collaborazioni con orchestre classiche.
Il quartetto viene proiettato in territori inconsueti dal punto di vista timbrico e dinamico: gli archi sono portati a simulare le sonorità della kora (arpa africana) e del canto.
La fusione tra universi all’apparenza così distanti, dà risultati davvero sorprendenti.

LA FORMAZIONE MUSICALE:
TATE’ NSONGAN: chitarra, percussioni, voce
“Les Nsongirls”:
MAYUMI SUZUKI: I violino
MARGHERITA DE PALMAS: II violino
ALESSANDRA GERVASIO: viola
PAOLA TORSI: violoncello

DOVE: sulla via Agliè, per strada davanti ai Bagni, Barriera di Milano, Torino
QUANDO: martedì 9 luglio ore 19,30
INFO: // 3381577881 // 0115533938 //bagnipubblici@consorziokairos.org
INGRESSO GRATUITO

Giovedì 11 luglio ore 20,30
“Le mie parole…non dimenticar”

(Le cose migliori, in teatro, sono gli intervalli…)
Canzoni, struggimenti, improvvisazione e poesie del secolo scorso con ARTEMISIA (Patrizia Da Rold) e MEDEA (Elena Mammone) Musiche di EUTERPE (Nadia Facelli)
Regia Elena Mammone e Patrizia Da Rold
Suggestioni canore, improvvisazioni teatrali e poesie di un’epoca che va da inizio ‘900 fino a metà del secolo scorso. Canzoni come Lucciole vagabonde, Miniera o il Tango delle Capinere rappresentano un mondo in cui con semplicità e ironia si raccontano piccole storie, passando con disinvoltura attraverso varie epoche e sorprendendo lo spettatore con trovate sceniche e soluzioni teatrali. “Ci sono ricompense vertiginose, quando quattro o cinque paia d’occhi incantati ti fissano per almeno mezz’ora, e per loro vorremmo avere almeno dieci anime da dargli in nutrimento e mani per guarirne tutti i mali futuri. Allora si è vivi davvero e il disfacimento urbano, il crimine che la città è diventata, incontra una renitenza pulita, un semino fertile di riscatto”.

DOVE: sulla via Agliè, per strada davanti ai Bagni, Barriera di Milano, Torino
QUANDO: giovedì 11 luglio ore 20,30 (con il beneficio di un pizzico di ritardo)
INFO: // 3381577881 // 0115533938 //bagnipubblici@consorziokairos.org
INGRESSO GRATUITO
I Bagni Pubblici di via Agliè sono una Casa del Quartiere di Barriera di Milano. Viaggia in scenari urbani, incontrando artisti in giro per la città, con lo stesso principio naturale e spontaneo degli incontri umani, e invitando all’incontro tra culture e stili.  Crede e promuove l’arte come luogo di incontro. Realizzato grazie al Contributo della Compagnia di San Paolo in collaborazione con la Città di Torino e la VI Circoscrizione.
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)