“Oramai siamo carne e telefonino: la memoria non è più nella testa, ma nello smartphone”.

(Vittorino Andreoli)

Istantanee di speranza da Mirafiori

Logo Festa GiOC

Logo Festa GiOCInstaflowers: i giovani della GiOC di Mirafiori hanno scelto un nome particolare per la loro tradizionale festa di zona del 2013, ispirandosi ad un app per fotografie, tanto in voga tra gli adolescenti (Instagram).

Ed è proprio con l’intenzione di fare una “fotografia” della situazione dei giovani nel nostro territorio che parte oggi, sabato 21 settembre, la festa della GiOC: una festa per il territorio, aperta a chiunque voglia passare dal centro “L’Isola che non c’è” in via Rubino 24, ma anche un modo per portare e condividere le riflessioni fatte dal movimento riguardo l’attuale configurazione sociale e di valori rispetto a quattro tematiche importanti nella vita dei giovani: famiglia, formazione, lavoro e partecipazione. In particolare l’obiettivo è quello di portare alla luce quelle esperienze positive e di speranza, piuttosto che le difficoltà e le frustrazione dovute alla crisi.

L’evento comincerà con un momento di laboratorio sulle quattro tematiche, nel pomeriggio, e proseguirà la sera con una cena insieme e una serata musicale, in collaborazione con Radio Impronta Digitale (la webradio ospitata in Cascina Roccafranca): una specie di talent show semiserio con alcuni gruppi del territorio.

Il giorno successivo, oltre a partecipare alla celebrazione eucaristica presso la parrocchia Ascensione del Signore, l’associazione ha organizzato dei tornei di calcetto a cinque, di basket, di calcio balilla e di Wii, dedicati ai più giovani e a chiunque voglia passare qualche momento in compagnia e divertendosi.

Per ulteriori informazioni, consultate la pagina ufficiale della festa su Facebook e l’evento correlato.

Claudio Bortolussi
claudiob@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)