C’è chi crede che tutto gli sia dovuto, ma non è dovuto niente a nessuno.

Le cose si conquistano con dolcezza ed umiltà.
(Madre Teresa di Calcutta)

Il Postino telematico porta i servizi dell’Ufficio postale nei mercati cittadini di Torino

Sono state presentate dalla responsabile dell’Area Logistica Territoriale Nord Ovest, Alessandra Moitre, all’assessore all’Ambiente del Comune di Torino, Enzo Lavolta, la flotta dei quadricicli leggeri elettrici Free Duck, adottati dai portalettere di Poste Italiane per la consegna della corrispondenza.

La Città di Torino  rappresenta un laboratorio privilegiato per l’utilizzo di veicoli innovativi mirato a limitare la circolazione nelle vie del centro storico per contenere

Assessore Enzo Lavolta e resp. Poste Alessandra Moitre
L’Assessore Enzo Lavolta e la Resp. Poste Alessandra Moitre

l’inquinamento ambientale.

Qual’è la situazione oggi in città?

Attualmente, oltre a una sessantina di Free Duck ,sono in uso anche 41 biciclette e 6 veicoli alimentati a metano. La progressiva introduzione di mezzi ecocompatibili, ha consentito nel corso dell’anno di abbattere di oltre 11,3 tonnellate le emissioni di Co2 dei mezzi impegnati nel recapito della corrispondenza nelle vie del centro urbano.

Il Free Duck può ospitare a bordo due persone, dispone di un motore elettrico per la trazione affiancato da un altro endotermico, di piccola cilindrata, che funge esclusivamente da generatore per ricaricare le batterie. Il mezzo, in linea con le indicazioni europee in fatto di abbattimento dei costi energetici, si inserisce nel più ampio programma “Green Post”, coordinato da Poste Italiane e finanziato dall’Ue, nel quadro del progetto “Intelligent Energy for Europe” (IEE) che ha consentito di creare una flotta di mezzi elettrici giunta oggi ad oltre mille unità a livello nazionale.

Migliorare la qualità della vita e la possibilità di accesso ai servizi sono anche obiettivi di un progetto che vedrà operare dal 4 novembre in via sperimentale il portalettere come un piccolo ufficio

postale itinerante all’interno dei mercati cittadini di Via Madama Cristina (lunedì, mercoledì e venerdì, dalle 10 alle 12) e di corso Taranto (martedì, giovedì e sabato, stesso orario).

Grazie a palmare e pos (con tecnologia GPS, lettore di codice bidimensionale e stampante mobile) il “Postino telematico” potrà infatti offrire ai clienti la possibilità di eseguire le principali operazioni

postali come i pagamenti di qualsiasi tipologia di bollettino, premarcato o bianco, le spedizioni in contrassegno e l’accettazione di raccomandate.  Un’opportunità aggiuntiva messa a disposizione sia degli ambulanti che dei loro clienti, che potranno effettuare i pagamenti utilizzando le più comuni carte di pagamento. Il postino telematico è un servizio a domicilio già operante in città: la raccomandata o il pagamento di bollettini a domicilio possono essere richiesti chiamando il numero verde di Poste Italiane 803.160 o tramite il sito www.poste.it.

«L’impegno di Poste Italiane – ha dichiarato la responsabile ALT di Poste Italiane, Alessandra Moitre -va nella direzione di contribuire al miglioramento della qualità della vita, assumendo un comportamento socialmente responsabile, in grado di aggiungere valore all’offerta migliorando il mix qualitativo della flotta di mezzi aziendali per il recapito con l’introduzione di modelli che applicano a bordo le soluzioni più innovative in materia di sicurezza, riduzione dei consumi e contenimento delle emissioni. I nuovi servizi a domicilio di “Poste Italiane per Te”, inoltre, permettono di amministrare la propria giornata conciliando sempre meglio le proprie esigenze di lavoro e di tempo libero grazie all’affidabilità di un’azienda da 150 anni a servizio del cittadino e delle imprese».

“L’azione di rinnovamento dei mezzi di Poste Italiane – sottolinea Enzo Lavolta, Assessore all’Innovazione e all’Ambiente della Città di Torino e Presidente della Fondazione Torino Smart City – porta un contributo alla riduzione delle emissioni, a favore dei cittadini e dell’ambiente urbano. Questa azione di ‘trasporto pulito’, insieme ai servizi telematici a domicilio si inseriscono a pieno titolo nel processo Smart City, portando un contributo concreto e tangibile al processo di rinnovamento”.

L’iniziativa si inserisce nel comune impegno di Poste Italiane e della Città di Torino sulle tematiche della città intelligente. Nel contesto di tale collaborazione, lo scorso 10 maggio, Poste Italiane e Comune di Torino sono state premiate nella terza tappa dello Smau Business Roadshow per il progetto “Sportello Amico”, grazie al quale i cittadini torinesi possono ottenere certificati anagrafici anche presso gli uffici postali.

redazione

redazione@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

About Franca Guiot 7 Articoli
Mi presento : sono Franca Guiot, un’educatrice insegnante che ha lavorato per 28 anni in un asilo nido del Comune di Torino e per 6 anni nei laboratori di ITER, sempre del Comune di Torino. Da un anno sono in pensione e svolgo opera di volontariato presso la Rocca Incantata, il punto 0/6 della Cascina Roccafranca e l’Ecomuseo della Circoscrizione 2. In questi anni ho accumulato una notevole esperienza sui bambini, che sono anche la mia passione:è per me fonte di continua meraviglia vederli crescere e acquisire quella conoscenza del mondo che li rende via via più capaci di autonomia e di relazione. Vorrei mettere quest’esperienza a disposizione di chi (genitore nonno educatore) condivida con me l’entusiasmo per questa appassionante esperienza che è crescere un bambino, cosa tutt’altro che facile. Perciò gli articoli che pubblicherò vogliono essere non una trattazione scientifica, né una serie di consigli ( ognuno conosce il proprio bambino e troverà da sè il modo migliore per rapportarsi con lui), ma uno stimolo per avviare una “ conversazione sul tema”. Perciò vi chiedo,se sarete interessati, commenti , domande, esperienze, che potranno essere condivise anche con altre persone. Vi aspetto: a presto francag@vicini.to.it