“La televisione ha provato che le persone prestano attenzione a qualunque cosa piuttosto che le une alle altre.”  ( Ann Landers )

Arriva la GARANZIA GIOVANI per combattere la disoccupazione giovanile

Viene dal freddo la garanzia giovani , più precisamente dalla Finlandia, dove secondo una valutazione di Eurofound, nel 2011 l’83,5% dei giovani in cerca di lavoro ha potuto beneficiare di una valida opportunità entro pochi mesi dall’iscrizione ai servizi per l’impiego, e questo ha ridotto notevolmente il tasso di disoccupazione giovanile. Così il Consiglio dell’Unione Europea il 22 aprile del 2013 ha emanato la raccomandazione sull’istituzione di una garanzia per i giovani (Youth Guarantee), poiché “Investendo ora nel capitale umano dei giovani europei si otterranno vantaggi a lungo termine e si contribuirà ad una crescita economica sostenibile ed inclusiva. L’Unione sarà in grado di cogliere tutti i vantaggi di una forza lavoro attiva, innovativa e qualificata, evitando gli elevati costi causati da giovani che non si trovano né in situ­azione lavorativa, né seguono un percorso scolastico o formativo («NEET»)”.Garanzia-Giovani

Già, un nuovo acronimo per identificare i giovani che usciti dal ciclo scolastico (al conseguimento del diploma o per abbandono prematuro) non trovano lavoro, condizione su cui ha notevolmente influito la crisi economica dell’ultimo quinquennio, ma che non lo cercano neanche più. Una spirale negativa di inattività che ha risvolti collettivi di bassa crescita economica e mancata evoluzione sociale ed individuali, poiché  influisce sulla programmazione del futuro, sul proprio progetto di vita ritardando il normale compimento delle tappe fondamentali. In tutta l’Unione Europea i NEET sono 7,5 milioni, ovvero il 12,9 % dei giovani europei (di età compresa tra 15 e 24 anni). Ma con la realizzazione della Garanzia giovani,  ad ognuno di loro sarà garantito, entro quattro mesi dal­l’inizio della disoccupazione o dall’uscita dal sistema d’istruzione formale, un’offerta di lavoro, di proseguimento degli studi, di apprendistato o di tirocinio. Poiché e’ indispensabile assicurare un’attivazione in tempi rapidi.

In Italia si sta lavorando al piano nazionale per realizzare un sistema di garanzia per i giovani, che per essere davvero efficace richiede una forte collaborazione tra tutti i soggetti interessati (enti locali,servizi per l’impiego pubblici e privati, centri di orientamento professionale, istituti di istruzione e formazione, imprese, etc.), per evitare sovrapposizione e  frammentazione di interventi, garantendo un unico punto di accesso (fisico o virtuale) alla garanzia giovani.

In attesa del piano nazionale e del progetto straordinario Garanzia Giovani Piemonte da poco approvato, vicino a noi sul nostro territorio cittadino e’ partita l’iniziativa LUNEDÌ GIOVANI dei Centri per l’Impiego della Provincia di Torino. Dal 13 gennaio 2014 tutti i lunedì pomeriggio sono aperti ai giovani under 30 in cerca di occupazione con un fitto calendario di incontri orientativi (Mi presento, Web&Lavoro, Lavorare in Europa si può, Diventare Imprenditore, Continuo a studiare,…)  per favorire la ricerca attiva del lavoro.

Stay active!

Per i calendari delle attività delle due sedi cittadine del Centro per l’Impiego di Torino http://www.provincia.torino.gov.it/sportello-lavoro/centri_impiego/lunedi_giovani

Per approfondimenti sulla Youth Guarantee http://ec.europa.eu/social/main.jsp?catId=1079&langId=it

Mascia Manzon

masciam@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)