“La televisione ha provato che le persone prestano attenzione a qualunque cosa piuttosto che le une alle altre.”  ( Ann Landers )

Torino + Cultura Accessibile e il Teatro Stabile

Il teatro reso accessibile alle persone affette da disabilità sensoriali e con deficit uditivi e visivi

Secondo importante appuntamento della programmazione

di “Torino + Cultura Accessibile”. 

Dopo la entusiastica accoglienza della resa accessibile del film “La mossa del pinguino” durante il Torino Film Festival

è ora la volta del Teatro.

La Fondazione del Teatro Stabile di Torino ha aderito a “Torino + Cultura Accessibile” inserendo nella stagione teatrale 2013 – 2014 5 repliche accessibili (da mercoledì 12 a domenica 16 febbraio) allo spettacolo

 GL’INNAMORATI        di Carlo Goldoni

con Nello Mascia, Lorenzo Bartoli, Fabio Bisogni, Barbara Mazzi,Maddalena Monti, Raffaele Musella

regia Marco Lorenzi                              foto compagnia

scene e costumi Gaia Moltedo

disegno luci  Monica Olivieri

movimenti scenici Daniela Paci

musiche originali di Davide Arneodo (Marlene Kuntz)

assistente alla regia Alba Porto

foto di scena Tiziana Lorenzi

Fondazione del Teatro Stabile di Torino/Il Mulino di Amleto

progetto realizzato con il contributo della Città di Torino, della Provincia di Torino con il sostegno di Sistema Teatro Torino e Provincia con la collaborazione del Teatro Marenco di Ceva

in programmazione al Teatro Gobetti di Torino, Via Rossini 8

Da mercoledì 12 a domenica 16 febbraio sono previste le repliche rese accessibili con sottotitolazione facilitata e audiodescrizione facilitata grazie alla collaborazione con Sub-ti limited, Londra e Sub-ti Access, Roma. La serata del 12 febbraio sarà anche tradotta in LIS (per il pubblico di non udenti segnanti).

Frutto della collaborazione tra Sub-ti e la Compagnia Il Mulino di Amleto, per la prima volta il Teatro Stabile di Torino propone la resa accessibile al pubblico con disabilità sensoriale di una sua produzione, segnando così una volontà di totale inclusione e una svolta nel concepire la propria programmazione riservando una particolare attenzione a coloro che hanno deficit uditivi e visivi.

Con questa iniziativa che si avvale della collaborazione della Fondazione Carlo Molo onlus di Torino, ente promotore del progetto “Torino + Cultura Accessibile”, il Teatro Stabile di Torino affianca altre prestigiose istituzioni teatrali di livello internazionale che operano nel rispetto della Convenzione sui diritti delle persone con disabilità, promulgata dall’ONU nel 2006, e ratificata dall’Italia nel 2009, la quale “riconosce il diritto delle persone con disabilità a prendere parte su base di eguaglianza con gli altri alla vita culturale e invita a prendere tutte le misure appropriate per assicurare che le persone con disabilità godano dell’accesso a programmi televisivi, film, teatro e altre attività culturali, in forme accessibili”.

Come è avvenuto per “La Mossa del pinguino” anche la resa accessibile (audiodescrizione e sottotitolazione) dello spettacolo verrà donata dalla Fondazione Carlo Molo al Teatro Stabile e alla Compagnia Il Mulino di Amleto che potrà così riproporla in tournée, perseguendo la diffusione della cultura come uno strumento reale di miglioramento della vita, un bene comune cui tutti devono poter accedere.

L’iniziativa è stata resa possibile grazie alla collaborazione delle associazioni di riferimento:

APRI, APIC, CPD, ENS Consiglio Regionale del Piemonte, Fondazione Istituto dei Sordi di Torino, FIADDA Piemonte, Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti – UICI., partners del progetto “Torino + Cultura Accessibile”

Torino + Cultura Accessibile – Gl’Innamorati

Segreteria e Informazioni

Fondazione Carlo Molo onlus, Torino

Daniela Trunfio – mob. +39.339.6116688    daniela.trunfio@fastwebnet.it

Valentina Borsella – tel. +39.011.8171483     progetti@fondazionecarlomolo.it

www.fondazionecarlomolo.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)