C’è chi crede che tutto gli sia dovuto, ma non è dovuto niente a nessuno.

Le cose si conquistano con dolcezza ed umiltà.
(Madre Teresa di Calcutta)

Da “Sodoma ad Hollywood” a Torino Gay & Lesbian Film Festival

Il 17 aprile, presso il Museo Nazionale del Cinema, si è svolta la conferenza stampa di presentazione del 29^ TGLFF – Torino Gay & Lesbian Film Festival, diretto da Giovanni Minerba. Il Festival avrà luogo nelle sale del Cinema Massimo di Torino, da mercoledì 30 aprile a martedì 6 maggio 2014, con una ricca programmazione: 137 titoli  provenienti da 40 nazioni, la maggior parte inediti in Italia  – di cui 6 anteprime mondiali, 3 internazionali e 6 europee.G&L

Quest’anno la rassegna Lgbt si presenta con una nuova immagine e un nuovo logo: addio a “Da Sodoma ad Hollywood” e benvenuto Torino Gay & Lesbian Film Festival, per una formula più ricca di temi e sezioni. Ad inaugurare la manifestazione, il 30 aprile alle ore 21, sarà Azul y no tan rosa (Blue and Not So Pink), del venezuelano Miguel Ferrari, su un’aggressione omofoba. La chiusura del 6 maggio sarà invece firmata dalla commedia Bananot dell’israeliano Eytan Fox .

Nel mezzo tante pellicole dove i protagonisti sono principalmente i ragazzi: giovani alla ricerca della propria identità sessuale, coppie omosessuali lacerate dalla difficoltà di avere un bambino e i turbamenti/ansie di genitori eterosessuali dinanzi al coming out dei propri figli. Vladimir Luxuria, quest’anno, curerà una finestra dedicata alla drammatica situazione degli omosessuali russi in seguito al varo di una legge, da parte di Vladimir Putin, che vieta tassativamente la propaganda gay. L’ex parlamentare italiana e ora attivista per i diritti civili è stata anche fermata a Sochi, in occasione delle Olimpiadi Invernali 2014, perché rea di avere provocatoriamente sfilato avvolta nei colori della rainbow per il parco olimpico.

Previsti omaggi al cantautore e chitarrista statunitense Lou Reed e all’attore Philip Seymour Hoffman (Il dubbio, Onora il padre e la madre) entrambi recentemente scomparsi.

Quest’anno il “Premio Dorian Gray” alla carriera sarà assegnato ad Emma Dante, drammaturga, regista e attrice di cinema e teatro. Madrina del  29^ TGLFF – Torino Gay & Lesbian Film Festival sarà l’attrice Ambra Angiolini, divenuta una vera icona gay dopo il suo debutto cinematografico nel 2007 in Saturno Contro del regista italo – turco Ferzan Ozpetek .

Lorenzo Beatrice

lorenzob@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (2 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
Da "Sodoma ad Hollywood" a Torino Gay & Lesbian Film Festival, 10.0 out of 10 based on 2 ratings

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*