I libri sono risorse di grano da ammassare per l’inverno dello spirito (Marguerite Yourcenar)

PAESAGGIO 3.0 IN PIAZZA CARIGNANO

A partire da oggi, dopo le ore 18 PAESAGGIO 3.0 si trasferisce dal Lingotto in Piazza Carignano trasformandola in un teatro di conversazioni, di incontri, di performance musicali e artistiche.logo_salonelibro_off

Accanto alla statua di Gioberti, svetterà in piazza per i giorni del Salone lo Sleipnir, il grande “cavallo” ligneo di Duilio Forte, una struttura di 12 metri d’altezza del tutto ecologica, realizzata con assi di legno grezzo, all’insegna di un paesaggio sostenibile anche dell’arte. Un maxischermo farà per quattro giorni da colonna visiva alla vita di piazza raccontando il paesaggio attraverso immagini e video di grandi fotografi, registi, architetti oltre a gestire le dirette col salone e le interviste in movimento, personaggi del mondo della cultura e della sostenibilità incontrati a bordo delle nuove auto elettriche BMWi i3.

Nel fuorisalone si alterneranno escursioni per le strade della città, talk di discussione sui temi del paesaggio, performance e giochi. Ogni giorno sarà all’insegna di un tema.

Giovedì 8 sarà centrato sui NUOVI PROGETTI (come il progetto Vento, ciclovia turistica che potrebbe collegare Venezia con Torino) e sul paesaggio, in termini di valorizzazione e di bellezza, come condizione di benessere e salute per le comunità.

Venerdì 9 avrà come tema le VISIONI del paesaggio, con particolare attenzione alle nuove tecnologie digitali, dal 3D Printing di DWSLab-XFab ai Google Glass (i nuovi occhiali in Realtà Aumentata 3D verranno presentati per la prima volta in Italia nella loro versione definitiva).

Una stazione 3D Printing sarà comunque attiva per tutta la durata della manifestazione all’interno della Libreria Luxemburg in collegamento 4G con lo stand di Paesaggio 3.0 al Salone.

Sabato 10 proporrà un viaggio nel paesaggio, TRA PASSATO E FUTURO, con talk sulle nuove forme di agricoltura e di valorizzazione dei territori, sulle trasformazioni in corso nelle città del mondo.

Infine, domenica 11, saranno i libri a indurre il pubblico a riflettere sulla relazione tra luoghi e persone, attraverso il pic nic letterario promosso da Anobii – il più importante portale internazionale di recensioni -, letture sul paesaggio e altri momenti di incontro, curati da Marzia Camarda.
Una poltrona-libro in lana tricot accoglierà, nei pressi della libreria Luxemburg, alcuni ospiti delle interviste ed evidenzierà nello spazio della piazza una performance di Urban Knitting (a cura di Sul filo dell’Arte).

“Papiro” vuole essere una proposta di tricot collettivo: sulle panchine della piazza verrà lasciato un lavoro avviato e chiunque potrà intervenire con qualche giro di maglia. Man mano che il lavoro crescerà, verrà arrotolato per formare un rotolo-papiro.

Tutti i giorni, in orari differenti, verrà riproposta la performance di Cityteller, una mappa letteraria, geo-emozionale per conoscere la città attraverso i libri e i libri attraverso il territorio. L’app interattiva di Cityteller racconta le città attraverso i libri grazie alle segnalazioni e al contributo degli utenti. Il lettore-viaggiatore ha la possibilità di conoscere e vedere con i propri occhi i luoghi in cui sono ambientate le sue letture e di sentirsi spettatore-protagonista del racconto.

Angelo Tacconi

loris@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*