C’è chi crede che tutto gli sia dovuto, ma non è dovuto niente a nessuno.

Le cose si conquistano con dolcezza ed umiltà.
(Madre Teresa di Calcutta)

Il nostro pianeta a un punto di non ritorno?

Fonte: Vittorio Greco

Il 21 settembre 2014, in tutto il pianeta, tutti coloro che desiderano un mondo migliore si sono dati appuntamento per manifestare contro i cambiamenti climatici. Io sono tra questi e, come i miei compagni di pensiero, credo che lo sfruttamento della terra oltre misura e l’aumento delle emissioni gassose siano tra le cause che stanno determinando le mutazioni climatiche di cui tutti siamo stati e saremo ancora testimoni. Credo che un’inversione di tendenza sia ancora possibile a patto che si mettano da parte gli interessi privati delle multinazionali alle quali della vita del pianeta e di noi poveri umani nulla interessa. A Torino, come in tutte le altre città del mondo è stata organizzata un’adunanza per manifestare contro i cambiamenti climatici. I media non hanno aiutato, non hanno pubblicizzato l’evento e le testate maggiori l’hanno del tutto ignorato. Non solo prima che questo avvenisse ma anche dopo che tutti gli AVAAZIANI come me, abbandonato il presidio di piazza Castello si sono uniti al bike pride. Con rammarico devo dire che il TG3 regionale questa sera non ha detto neanche una parola al riguardo. Invece il TG3 nazionale ha parlato ampiamente dell’iniziativa romana e di quella a livello mondiale. Ciò nonostante io c’ero e con me altre persone, molti dei passanti hanno dimostrato interesse ma non ne sapevano nulla. Allego a questo mio post alcune foto fatte oggi per testimoniare che più o meno anche Torino c’era.
10668758_1466481993613841_1640710302690055763_o10448511_1466482036947170_5726645700202545953_o1912039_1466481966947177_5512080751875921577_o10683601_1466481963613844_5514954095660640406_o

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*