C’è chi crede che tutto gli sia dovuto, ma non è dovuto niente a nessuno.

Le cose si conquistano con dolcezza ed umiltà.
(Madre Teresa di Calcutta)

FELTRO CHE PASSIONE!

feltroSiete stressate e nel contempo amanti dei lavori femminili?

La lavorazione del feltro è quello che fa per voi: c’è infatti una ben precisa fase della lavorazione del feltro in cui bisogna maltrattare il tessuto, stropicciarlo, sbatterlo sul tavolo affinchè le fibre si uniscano e si crei l’infeltrimento: e più si maltratta e meglio è, migliori risultati si ottengono.

Tutto questo lo abbiamo imparato nel laboratorio di autoproduzione di feltro svoltosi a cura della Rete Solare per l’Autocostruzione nella Casa del Parco di Mirafiori Sud nel Parco Colonnetti sabato 20 settembre. Numerosi i partecipanti, in gran parte appartenenti al genere femminile.

Sarà capitato a tutti di sbagliare lavaggio, infeltrendo il maglione preferito : che rabbia !

Ma non tutti sanno che l’infeltrimento è un vero e proprio processo di lavorazione della lana che produce un particolare tipo di tessuto, il feltro appunto,con cui si possono confezionare borse, giacche, abiti, oppure piccoli oggetti di decorazione.

Vi sono persone, soprattutto all’estero, che hanno fatto della produzione di oggetti decorativi in feltro una vera e propria arte, molto raffinata.

Si parte dalla lana cardata,che può essere grezza, o semplicemente lavata, o tinta,generalmente con colori naturali: può essere più o meno spessa,a seconda del tipo di pecora da cui viene ricavata.

Si stende poi uno strato di fibre di lana, molto sottile,(eventualmente si fanno più strati) sulla forma prescelta :un rettangolo , ad esempio, o un semicerchio, poi li si bagna con l’acqua e li si strofina col sapone(usando una copertura di tulle che faccia passare l’acqua e il sapone senza spostare la lana) finchè questi non penetrano attraverso tutti gli strati, poi si ricopre con un foglio di plastica e si massaggia a lungo; la lavorazione continua arrotolando la lana, sempre protetta da un telo, come se si passasse un mattarello su una sfoglia, più e più volte, finchè la lana si infeltrisce ; e qui viene il bello : il processo è completato sbattendo il manufatto più e più volte su un piano.

Naturalmente questa è la descrizione del processo, molto semplificato, di un laboratorio che permette di creare oggetti a livello amatoriale.

Ma esiste pure una produzione industriale del feltro, e si può acquistare il tessuto già pronto : ma…volete mettere la soddisfazione di creare tutto questo con le proprie mani ?

Per chi volesse approfondire il discorso del feltro vi sono siti internet dedicati

http://www.feltrosa.com

http://www.ecomuseocrumiere.eu

Franca Guiot

francag@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*