“A volte si ha così tanta paura di morire, che ci si dimentica di vivere.”

(OMAR SY – Samuel, nel film “Famiglia all’improvviso – Istruzioni non incluse”)

Leggermente 2014-2015

torre di libroPotremmo dire, se ci è concesso, che Leggermente abbia raggiunto la maggiore età.

L’edizione 2013-2014 ha visto un buon risultato sia dal punto di vista della qualità degli incontri, sia di quello della partecipazione di pubblico. Di particolare successo l’appuntamento con Paolo Giordano (per “Il corpo umano) e di Susanna Basso, storica traduttrice e profonda conoscitrice del nobel 2013 Alice Munro.

Agli incontri pubblici, accompagnati dalla presenza media di 70-80 partecipanti (fino ai 110 per Giordano), si sono aggiunti quelli con le scuole per Leggermente in classe: i ragazzi hanno adottato una serie di libri, dopo la lettura hanno incontrato gli autori ed, al termine del ciclo, hanno prodotto alcuni contributi originali (video, performance teatrali) presentati durante un evento in Cascina Roccafranca.

L’adesione è stata notevole: 5 classi degli istituti superiori (Majorana tecnico, Majorana scientifico e Agnelli), 5 classi delle scuole medie inferiori (Antonelli e Caduti di Cefalonia) e un gruppo di lettura del CTP Braccini per un totale di 250 studenti. Come dire, un dato che, nella scarsità di lettori del nostro Paese, fa già statistica.

Hanno completato il quadro alcuni eventi organizzati dalla biblioteca Villa Amoretti ed il Gruppo Animali in città.

Gli incontri si svolgono in un clima di familiarità con gli autori, con un pubblico partecipe e coinvolto, sotto la guida del Gruppo di lettura che ha analizzato il testo in modo collegiale ed ha organizzato l’incontro. Da citare, la partecipazione di Susanna Basso, traduttrice che dell’autrice Alice Munro presenta sfaccettature di cui la stessa Munro non sembra avere coscienza nelle sue opere: traduzione come opera letteraria a sé.

Un successo che deve essere giunto all’orecchio delle autorità cittadine, che hanno manifestato l’intenzione di allargare l’esperienza alla Rete delle Case di Quartiere, di cui Cascina Roccafranca si è già fatta capofila nel bando Che-fare 2. Il progetto potrebbe chiamarsi di Casa in Casa, a sottolineare il rapporto tra la rete delle Case.

Il progetto targato 2014-2015 parte in questi giorni. I Gruppi di lettura saranno naturalmente liberi di scegliere autori e testi ma è stato anche proposto un tema in linea con le aspettative di questo periodo: il lavoro.

Partecipano i Gruppi di lettura di Cascina Roccafranca: Gruppi Yoga Roccafranca, Ecomuseo, Sportidea-Caleidos, Fra le righe, Roccafranca Film, e i sostenitori Biblioteca Villa Amoretti e libreria Gulliver.

Fra le iniziative in qualche modo collegate, da segnalare un progetto in corso denominato Salone Off 365, nato allo scopo di stimolare la lettura durante tutto l’arco dell’anno e non solo in un evento singolo, per quanto partecipato come il Salone del Libro, e che avrebbe tra i protagonisti il sistema delle biblioteche civiche, che ha una qualificata rappresentanza nella Circoscrizione 2.

Gianpaolo Nardi

gianpaolon@vicini.to.it

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*