“è meglio aggiungere vita ai giorni, che non giorni alla vita”

(Rita Levi Montalcini)

La memoria, due documentari e una petizione su Pra Catinat

Fenestrelle0002Quando i nostri bambini erano piccoli (parlo di mia moglie e me) passavamo buona parte delle nostre vacanza estive nella borgata di Puy in alta Val Chisone che è parte del Comune di Fenestrelle.

Allora non era ancora costituito il Parco Naturale Orsiera-Rocciavrè, ma chi vi tornava, originario del posto, era ancora più avanti come mentalità.

Non una protezione che tenga tutto fermo, ma l’esperienza attiva di chi sposava il rispetto della natura con l’esigenza della vita di tutti i giorni.

Mia suocera, Ernestina Buourlot, era originaria del Puy. Mio suocero, Guido Guiot, era nato a Pequerel. Entrambi “indigeni” di quelle terre, entrambi “occitani doc”.pequerel

Cultori naturali di quella lingua neolatina che viene chiamata Lingua d’Oc o “occitano” da non confondersi con la Lingua d’Oil che è poi il francese attuale. La lingua d’Oc dell’Alta Val Chisone ha un suono elegante e dimostra , quasi foneticamente, di essere la famosa lingua dei Trovatori.

Quel che è certo è che il connubio lingua/terra mi fece innamorare di quei luoghi e girai il mio primo documentario in pellicola Super 8. Qualche anno dopo ne girai un altro, in pellicola 16 mm, e questa volta per la Regione Piemonte anche se, in questo ultimo, solo la Val Troncea fa parte dell’Alta Val Chisone.

Bene, mercoledì alle 20.00 precise, saranno proiettati entrambi presso la Casa Contrada di Via Luserna a Torino. L’incontro è gratuito e durerà solo un ora, ma essendo i documentari di 18 e 24 minuti ci sarà tutto il tempo.

Infine un appello.

Il Centro di PraCatinat, eccellenza nella dididattica ambientale, potrebbe essere messo in liquidazione dai suoi soci pubblici senza cercare strade per un “rilancio” sostenibile. Io lo vidi rinascere dalle ceneri del Sanatorio Giovanni Agnelli, con fatica e spese pubbliche ingenti. Ora il pensare di vederlo gettato di nuovo alle ortiche mi indigna e credo indigni chi, come me, non vuole che la tutela del territorio e della memoria di quei luoghi siano solo parole e numeri su un registro contabile con i conti da risanare.ConsPraCatinat

Qui potete firmare la petizione

franco

direttore@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
La memoria, due documentari e una petizione su Pra Catinat, 9.0 out of 10 based on 1 rating

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*