“A volte si ha così tanta paura di morire, che ci si dimentica di vivere.”

(OMAR SY – Samuel, nel film “Famiglia all’improvviso – Istruzioni non incluse”)

DUE LAPIDI PER NON DIMENTICARE

Locandina INTITOLAZIONE GIARDINIIn città fortunatamente ci sono ancora delle “oasi verdi”, dei giardini, ma quanti di questi hanno un nome, quanti sono stati intitolati a qualcuno.

Da Venerdì 22 maggio due di queste “oasi verdi” cittadine hanno una lapide commemorativa. Fanno parte della Circoscrizione 2, la prima è situata in Via Modigliani dopo il numero civico 9 e la seconda nell’area compresa tra Via Ricaldone, Via Tripoli int. 10 e Via Gradisca.

Territorialmente non sono vicini, ma sono legati a corda doppia dalla loro storia, che non è solo della nostra città, ma di tutta la nazione.

Con due cerimonie ufficiali, che hanno visto la partecipazione del Vicepresidente vicario del Consiglio Comunale SILVIO MAGLIANO, del Procuratore Generale della Corte d’Appello MARCELLO MADDALENA e della Vicepresidente della circoscrizioneTarga1 LUISA BERNARDINI, i due giardini sono stati intitolati alla memoria dei “MAGISTRATI CADUTI NELLA DIFESA DELLO STATO” quello sito in via Modigliani e al magistrato “FRANCESCA LAURA MORVILLO” quello sito in Via Gradisca.

In entrambe le cerimonie, il Vicepresidente SILVIO MAGLIANO, nel suo discorso, ha messo in luce l’importanza di fare memoria, di ricordare coloro che fanno del loro lavoro una missione, che li porta, a volte, ad andare oltre se stessi e perdere il bene più prezioso che un uomo o una donna ha, la sua vita, per tenere alto il valore e l’onore della propria nazione e per difendere la legalità e la giustizia.

Targa3Il Procuratore MARCELLO MADDALENA, con emozione e commozione ha ricordato tutti i “Magistrati caduti nella difesa dello stato”, per mano di gruppi o di singoli, e la dottoressa “Francesca Laura Morvillo” che, come ha sottolineato, non era solo la moglie del giudice Giovanni Falcone, ma era un validissimo magistrato che per anni aveva svolto la sua opera alla Procura dei Minori di Palermo ed in seguito come Consigliere della Corte d’Appello sempre a Palermo. Ha inoltre ringraziato il Comune di Torino per la dimostrazione di sensibilità fornita con queste intitolazioni che vogliono significare la volontà di trasmettere alle generazioni future il ricordo di coloro che, al servizio dello stato sono caduti e che nell’immaginario collettivo, sono, loro malgrado, diventati degli eroi.Targa2

La Vicepresidente della Circoscrizione 2, nel suo intervento, ha sottolineato l’importanza di costruire, da parte della Circoscrizione (nella veste di ente di prossimità più vicino alla popolazione), dei veri e propri percorsi, adatti non solo ai bambini, che partendo anche solo da una lapide raccontano il lavoro e la dedizione delle persone e i fini per cui hanno vissuto la loro vita e l’hanno persa per la difesa dello stato. Questo è di fondamentale importanza per costruire una coscienza civica per le nostre generazioni future.

Sono state due cerimonie molto semplici ma bisogna sottolineare la scarsissima partecipazione popolare dovuta forse alla poca pubblicità dell’evento.

Daniela Ghirardi

danielag@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*