“A volte si ha così tanta paura di morire, che ci si dimentica di vivere.”

(OMAR SY – Samuel, nel film “Famiglia all’improvviso – Istruzioni non incluse”)

In mostra i progetti del Piano Adolescenti

Il Piano Adolescenti è un atto strategico della Città che intende rilanciare una riflessione complessiva sugli adolescenti e definire linee di indirizzo per tradurre l’impegno del Comune di Torino in iniziative pensate per loro e in accordo con loro.                 piano_adolescenti525

Il Piano è stato in primo luogo condiviso con i diversi soggetti interessati, istituzionali e non, effettuando anche una mappatura dell’offerta esistente in Città per questa fascia di età. Il passo successivo è stato quello interpellare direttamente le ragazze e i ragazzi attraverso incontri nelle Scuole Superiori, nei Centri di Formazione Professionale e nei Centri del Protagonismo Giovanile, allo scopo di raccogliere i loro desideri e riflessioni e per stimolare il loro coinvolgimento nelle successive fasi del processo avviato.

Il Piano, che è stato ufficialmente avviato con una specifica Delibera della Giunta Comunale e quindi presentato alla Città nel corso di una conferenza stampa svoltasi il 5 marzo 2014, si articola in 4 aree tematiche di intervento:

  • Le identità e i diritti: L’IO
  • Le relazioni, le nuove tecnologie, la comunicazione e le reti: GLI ALTRI
  • La cultura dell’innovazione e del lavoro: IL FUTURO
  • La sostenibilità: IL MONDO

Manifesti, locandine, magliette e oggetti, video, App, messi a punto dalle ragazze e dai ragazzi nel corso dei singoli progetti, sono stati raccolti in una mostra allestita in uno spazio espositivo in via Palazzo di Città 16/b. Qui è possibile seguire spettacoli e interventi proposti dalle associazioni giovanili insieme agli adolescenti. Si tratta, complessivamente, di 18 proposte: alcune sono prossime alla conclusione, altre in fase di realizzazione.

L’iniziativa è promossa dall’Assessorato alle Politiche educative, guidato da Mariagrazia Pellerino.

L’allestimento è aperto al pubblico dalle 10 alle 18 dal 5 fino all’11 giugno (chiuso domenica 7).

App e Mappe di conoscenza territoriale: un’App propone una mappa della città con informazioni sui luoghi d’incontro culturale, artistico e ludico frequentati dai giovani e un blog per “raccontare” la città (A-You-To), così come una piazza virtuale è stata ideata da un gruppo di adolescenti per scambiare interessi comuni e opinioni (The Square). Le Mappe di conoscenza del territorio mirano a individuare le risorse della Città. L’iniziativa è avviata in collaborazione con l’Università di Torino.

La cura dell’ambiente e della scuola: aree esterne al Liceo Cattaneo sono state ripulite e arredate con manufatti prodotti con materiali di recupero (Campus: facciamo nostra la scuola), a Mirafiori Nord sono stati creati oggetti e arredi per aree verdi pubbliche (Vivi meglio: sostieni il tuo ambiente!). Sono stati riqualificati gli spazi interni, il cortile e migliorate le aree verdi dell’istituto Plana con la piantumazione di 50 nuove specie (Plana, l’ambiente e il verde).

Progettazione partecipata: per il recupero di due aree del Centro Giovani 3.65 (You/the design) e per la creazione di una installazione realizzata con materiali di recupero da collocare sulla sponda del Po (Eco Art).

L’identità e legalità: gli esiti di un percorso alla scoperta dell’identità sessuale, culturale, religiosa, politica costituiranno una mostra itinerante tra le Circoscrizioni (Turin identity exhibition); partendo dai racconti di fantascienza di Primo Levi, che vedono l’identità in trasformazione nel mondo futuro, sono stati realizzati alcuni cortometraggi, un sito web-tv e un laboratorio sulla narrazione transmediale (Io, alieno). E ancora il tema del cyberbullismo e la realizzazione di video che saranno diffusi sui portali e nelle scuole con licenze Creative Commons (Non bull- arti di me), la legalità e i diritti, tematiche che saranno dibattute in un’iniziativa pubblica tra giovani e amministratori locali sulla diffusione della criminalità organizzata (Mi metto in gioco! Tra identità e legalità).

Arte e lavoro: la sintesi di questa attività è rappresentata da diversi manufatti graffiti, fotografie, oggetti in legno e serigrafie (Be the alternative. Il lavoro creativo). Presentazione del progetto “TalenTO – Una nuova cultura del lavoro orientata dai talenti”, avviato in collaborazione con l’associazione Yes4To, che propone una nuova prospettiva sul mondo del lavoro dando alle ragazze e ai ragazzi l’opportunità di entrare in contratto con l’universo produttivo e dell’innovazione attraverso incontri nelle scuole e visite nelle realtà imprenditoriali, come il Tilab di Telecom Italia.

Eventi: la messa in scena di uno spettacolo che sarà rappresentato nelle scuole per far riflettere sulle scelte professionali (Tournée). Infine una festa finale che sintetizza i contenuti creativi del percorso di formazione sulla creazione di un evento (Grow up).

Fino al 19 giugno (domeniche escluse), negli Antichi Chiostri, via Garibaldi 25, si potranno ammirare gli scatti degli adolescenti che raccontano, in una mostra, una città che assomiglia a loro. Il progetto “Questa città è una giungla” propone un “safari” fotografico in cui, accanto alle immagini, è possibile ascoltare il commento dei protagonisti. La registrazione vocale è linkabile tramite un QR-code collocato vicino a ogni fotografia.

Sito internet: http://www.comune.torino.it/servizi educativi/orientamento/piano adolescenti/

Pagina Facebook: Piano Adolescenti Torino

 

Rossella Lajolo

rossellal@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*