“A volte si ha così tanta paura di morire, che ci si dimentica di vivere.”

(OMAR SY – Samuel, nel film “Famiglia all’improvviso – Istruzioni non incluse”)

Torino Classical Music Festival: 23-28 giugno in Piazza S. Carlo

torino-classical-festival-2015

“Carmen, simbolo di trasgressione: “diversa”, in quanto zingara; emancipata, in quanto lavoratrice indipendente e affrancata da qualsiasi figura maschile; e buon ultimo, ma non di minore importanza, libera nelle sue scelte sentimentali e sessuali, una temibile femme fatale.”

Così viene presentato il personaggio che dà il titolo alla rappresentazione inaugurale della sei giorni del Torino Classical Music Festival che avrà luogo in Piazza S. Carlo dal 23 al 28 giugno.

La definizione è di Marco Ravasini, autore dell’adattamento e dei testi di questa edizione di Carmen in forma semiscenica, in cui si potranno ascoltare tutti i brani dell’opera, per la prima volta collegati tra loro da didascalie narrative che, proiettate su un maxi schermo, accompagneranno gli spettatori attraverso la trama.

Dal 23 al 28 giugno il Torino Classical Music Festival offre ai torinesi, e ai molti turisti presenti in città, l’occasione di farsi sedurre dalla musica classica con opere, sinfonie e concerti eseguiti su un palcoscenico sotto le stelle.

La manifestazione, interamente gratuita, è concepita come una grande festa volta a favorire una partecipazione sempre più allargata, coinvolgendo oltre agli appassionati del genere anche un pubblico nuovo alla fruizione della musica classica, lirica e sinfonica.

Con il festival la Città vuole omaggiare EXPO 2015 attraverso un viaggio fra le principali culture musicali del mondo. Ogni giorno è dedicato alla grande musica di un Paese diverso per consentire al pubblico di incontrare le radici più nobili di ognuno di essi.

Si partirà martedì 23 giugno, alle ore 22.00, con la Carmen di Bizet in omaggio a Francia e Spagna (Teatro Regio), per passare il 24 giugno, alle ore 21.00, con le musiche di Beethoven, Mendelssohn e Shumann in omaggio alla Germania (Orchestra Filarmonica di Torino).

Il 25 giugno, alle ore 21.30, sarà la volta delle pagine di Šostakovič, Stravinskij e Musorgskij per la Russia (Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI) mentre, il 26 giugno, alle ore 21.30, andranno in scena le più belle sinfonie rossiniane in omaggio alla grande tradizione operistica italiana (Teatro Regio).

Il 27 giugno, alle ore 21.30, il Festival dedicherà la serata agli Stati Uniti con Gershwin, Barber, Bernstein e Williams (Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI) e il 28 giugno si chiuderà, alle ore 21.30, con le musiche di Schubert, Haydn e Mozart in omaggio all’Austria (Orchestra Filarmonica di Torino).

Per rendere ben visibile lo spettacolo anche da lontano saranno posizionati tre grandi schermi: due ai lati del palco e uno dietro al monumento del Caval ‘d Brôns. Inoltre, per consentire al pubblico di assistere comodamente agli eventi di ogni serata come lo scorso anno, sono state posizionate 2mila e 100 sedie.

Tutte le sere, quindici minuti prima di ogni concerto, sarà proiettato un diverso video “guida all’ascolto” – realizzato con la collaborazione di Alberto Mattioli, giornalista e critico musicale (23, 25, 26, 27 giugno) e Nicola Campogrande, Direttore Artistico dell’Orchestra Filarmonica di Torino (24 e 28 giugno) – che permetterà di apprezzare al meglio le note dei grandi compositori.

Non sarà Piazza S. Carlo l’unico Teatro della manifestazione. In questa occasione la Città di Torino apre al pubblico le principali corti dei suoi palazzi barocchi. La mostra Arte alle Corti, percorso di sculture e installazioni d’arte contemporanea, diventa lo spazio destinato ai concerti che vanno a completare il cartellone del Festival e che vedono come protagonisti insegnanti e studenti, italiani e stranieri, dell’Accademia Musicale Torinese, dell’Associazione Jazz Club Torino, del Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino, del Conservatorio Giorgio Federico Ghedini di Cuneo, del Conservatorio Antonio Vivaldi di Alessandria, dei Corsi di Formazione Musicale della Città di Torino. La serata del 23 giugno, tanto per gradire, sarà preceduta da un matinèe di eccezione con musiche francesi e spagnole al Circolo dei lettori dalle 16, al Palazzo Costa Carrù della Trinità dalle 17 ed a Palazzo Carignano dalle 18: musiche di Debussy, De Falla, Rodrigo, Faurè, per citare gli autori più noti.

Manifestazione che merita di essere seguita passo passo: noi ci ripromettiamo di farlo.

Gianpaolo Nardi

gianpaolon@vicini.to.it

TUTTI GLI APPUNTAMENTI SONO GRATUITI – Numero verde 800 329 32

Informazioni sul programma del Festival:

www.torinoclassicalmusic.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
Torino Classical Music Festival: 23-28 giugno in Piazza S. Carlo, 10.0 out of 10 based on 1 rating

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*