Se giudichi le persone, non hai il tempo di amarle.
(Madre Teresa di Calcutta)

MUSEO DELLA SCUOLA E LIBRI POP….UP

Ponnahduskirjan_toimintaperiaate_-_kuvassa_Jan_Pienkowskin_Kummitustalo_1979

Il Museo della Scuola e del Libro per l’Infanzia è una emanazione della Fondazione Tancredi di Barolo, che anima anche il Centro Studi e la Biblioteca Internazionale del Libro per l’infanzia e che si ricollega alle iniziative di carattere pedagogico promosse nella prima metà dell’Ottocento dai Marchesi di Barolo.

Il Museo della Scuola e del Libro per l’Infanzia è un suggestivo percorso nel mondo della scuola tra Ottocento e Novecento e propone due itinerari di visita.
Tra banchi, pennini e materiali didattici vari, senza dimenticare l’aspetto del gioco, la visita del Percorso Scuola consente di avvicinarsi in modo coinvolgente e diretto alla illustre tradizione pedagogica e editoriale della città di Torino e della nostra Regione. L’esposizione si sviluppa su quattro piani ed è collocata in un’ala di Palazzo Barolo finora non visitabile in cui è possibile visitare, tra le altre cose, L’Aula di Cuore, La scuola per ridere, L’asilo del primo Novecento, una sala interamente dedicata alla figura di De Amicis, di cui nel 2008 è stato celebrato il centenario dalla morte.

Dal 24 Novembre 2011 è aperto al pubblico un nuovo percorso museale dedicato alla storia del libro per l’infanzia, con il marchio MUSLI (Museo Scuola Libro Infanzia), che completa il percorso che era già stato parzialmente allestito in occasione della Mostra per il Centenario della SEI (2008).
L’esposizione, nell’ambito delle manifestazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia, è stata resa possibile grazie al contributo della Compagnia di San Paolo ed è collocata nei locali messi a disposizione dall’Opera Barolo al piano terra e nelle cantine storiche di Palazzo. Valorizza il ricco fondo storico internazionale di 12000 pezzi (libri, disegni originali, giochi dal Settecento alla metà del Novecento) conservato presso l’archivio e la biblioteca della Fondazione, che costituiscono il nucleo più importante legato alla storia dell’illustrazione e della letteratura per l’infanzia e scolastica presente sul territorio a disposizione del pubblico.
Il percorso espositivo occupa quattro sale al piano terra e tre sale nel seminterrato di Palazzo Barolo, e propone un vero e proprio “viaggio incantato” nel passato ma guardando al futuro, attraverso un costante collegamento tra ricchezza e suggestione del patrimonio storico dell’editoria per l’infanzia legata a Torino e alla nostra Regione, e le sfide e le potenzialità delle nuove soluzioni multimediali che vedono però sempre il libro protagonista essenziale. Accanto a preziose edizioni, disegni originali e postazioni multimediali, dedicate anche ai libri animati, sarà ricostruita la Tipografia ottocentesca degli Eredi Botta.

Nell’ambito della programmazione didattica del 2015,che interessa sia le scuole che le famiglie, domenica 4 ottobre è stato realizzato il laboratorio ; “Pop up con mamma e papà”

In occasione della giornata F@mu 2025 grandi e piccini hanno trascorso un pomeriggio tra i libri pop….up , alla scoperta di quel mondo originale e affascinante dove la lettura si intreccia col gioco e il libro diventa un oggetto da manipolare e addirittura da costruire con le proprie mani.

Grande successo dell’iniziativa ,che ha visto partecipare, tra piccoli fino ai 6 anni e più grandicelli 6-12, più di 80 bambini, divisi in tre gruppi : con colla , forbici, cartoncini e colori i bambini hanno realizzato, con le tecniche più semplici, un piccolo libro animato da portare a casa ed eventualmente da completare con l’aiuto di mamma e papà.

Nel frattempo i genitori hanno potuto visitare il Museo della scuola e del libro per l’infanzia, un’occasione per conoscere questo Museo poco noto ma interessantissimo per grandi e bambini.

Franca Guiot

francg@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*