C’è chi crede che tutto gli sia dovuto, ma non è dovuto niente a nessuno.

Le cose si conquistano con dolcezza ed umiltà.
(Madre Teresa di Calcutta)

FRIENDMOVIE arriva a TORINO e BIELLA

Friendmovie_20151102101841Attualmente il 44% dei posti in sala è vuoto durante l’anno (dati 2013, Audicinema): un milione di italiani ogni anno non va al cinema perché non sa con chi andarci e le sale si svuotano, soprattutto in settimana. Eppure il cinema è sognare, immaginare: dovrebbe essere accessibile a tutti, anche per chi ha minori possibilità economiche.

FriendMovie è nato per recuperare la dimensione sociale del cinema in sala e contribuire ad un cinema solidale sfruttando le potenzialità del digitale.

Il servizio permette di prenotare su www.friendmovie.it un doppio biglietto del cinema (per sé ed un amico) ad un prezzo scontato, comodamente da PC o da smartphone, in maniera semplice e veloce: basta selezionare la città, scegliere il film, prenotare la visione per due e stampare il coupon da consegnare al cinema.

FriendMovie è disponibile, per ora, in due città italiane: Torino (Cinema Massimo) e Biella (Cinema Verdi).

Una delle peculiarita di questo progetto è il cinema solidale: una percentuale di biglietti sarà offerta gratuitamente a scuole o a persone in disagio economico e sociale, tramite convenzioni con associazioni e scuole del territorio.

Abbiamo intervistato la cofondatrice (insieme a Lorenzo D’Amelio) Valentina D’amelio:

Abbiamo letto che la vostra idea è nata nello Startup Weekend di Reggio Emilia, ma perchè siate persuasi che la sala cinematografica sia ancora luogo del cinema quando le campagne Sky e i nuovi schermi digitali a 4K inducono a pensare che non ci sia più differenza tra cinema in sala e cinema in casa?

E’ normale che, con la diffusione del digitale, il  fenomeno dell’home streaming sia aumentato, e in fondo è un segnale che il cinema continua ad avere un pubblico. Bisogna tuttavia ricordare che il cinema a casa e il cinema in sala sono due cose ben distinte.  FriendMovie si basa su un fattore fondamentale: il valore sociale dell’esperienza della sala. Andare al cinema consente di condividere l’esperienza cinematografica con un amico ma anche con il resto del pubblico: in sala si crea una sorta di empatia che non si spegne con i titoli di coda, ma anzi accende la voglia di confrontarsi con gli altri. In questo senso, sarebbe un peccato se si perdesse l’abitudine di frequentare la sala cinematografica, vista la magia rimasta inalterata fin dalle origini.

Ma come funziona il meccanismo e quanto è importante lo sconto?
Il funzionamento di FriendMovie è molto semplice: basta registrarsi su www.friendmovie.it, selezionare la città (attualmente il servizio è attivo su Torino e Biella), scegliere il film, prenotare la visione per due e stampare il coupon da consegnare al cinema. La percentuale di sconto è concordata insieme ad ogni cinema, per esempio un doppio biglietto al Cinema Massimo di Torino costa 8 euro.

La vostra piattaforma si regge su quali basi economiche?
Abbiamo ricevuto un contributo da parte dell’Ufficio Pio della Compagnia di San Paolo per la fase di testing, per il resto il progetto è autofinanziato, e può contare sulla preziosa collaborazione della Social Media Agency Socializers, di Torino Social Innovation, dell’Incubatore dell’Università di Torino 2i3T, dell’Associazione Museo Nazionale del Cinema e del webmagazine Verifica Incerta.

Perché una percentuale di biglietti sarà  offerta gratuitamente a scuole o a persone in disagio economico e sociale, tramite convenzioni con associazioni e scuole del territorio  e chi sosterrà  i costi?
Questo aspetto è molto importante per noi: oltre che servire da promozione per le sale, è funzionale anche a creare una sorta di “cinema solidale”, una rete attenta a certi temi. Inoltre ci sembra importante coinvolgere le scuole, in quanto generalmente il cinema non è considerato strumento didattico come invece potrebbe essere, ma solo un passivo momento di svago. Il cinema è la letteratura dello schermo, ed è importante abituare i ragazzi fin da subito a percepirlo come opportunità per aprire la mente. Attualmente, con ogni cinema concordiamo la percentuale di biglietti destinata a questo tipo di audience.

State cercando altre sale cinematografiche e con chi siete in contatto a Torino?
Siamo certamente aperti a nuove collaborazioni: sul sito è presente un form di contatto dedicato. Siamo già in contatto con altre sale, non solo in Piemonte, ma per il momento ci stiamo concentrando per offrire un buon servizio e raccogliere i primi risultati.

Per ogni novità è possibile visionare il sito www.friendmovie.it oppure cercare FriendMovie su Facebook o Twitter.

franco

direttore@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*