Tutta la varietà, tutta la delizia, tutta la bellezza della vita è composta d’ombra e di luce.
(Lev Tolstoj)

A TORINO nuovi servizi di MOBILITY SHARING in arrivo

A marzo arriveranno a Torino le prime auto elettriche in condivisione. La Società che ha risposto all’avviso pubblico, ritenuta idonea dalla Commissione tecnica, e che gestirà il nuovo servizio, è Blue Solution, già operativa sul mercato internazionale, per esempio a Parigi. Saranno quelle del Gruppo Bolloré, progettate da Pinifarina e costruite a La Loggia e Bairo Canavese e presentate a Parigi  4 anni fa.

A regime, cioè a fine 2017, le Bluecar saranno ben 400 che troveranno ricovero in 200 nuove stazioni con 700 colonnine per la ricarica che saranno realizzate da Iren che in ogni caso saranno a disposizione di tutte le auto elettriche circolanti.

bluetorino

Ad inizio novembre, a chiusura della manifestazione d’interesse pubblicata lo scorso settembre, la Città ha accolto l’istanza di partecipazione per la realizzazione del servizio di car charing elettrico a Torino.

Si amplia quindi la gamma della tipologia di auto da usare in condivisione, totalmente ecosostenibile e che a regime disporrà di ampio parco veicoli e relative colonnine di ricarica.

Il car sharing elettrico – ha sottolineato oggi il Sindaco di Torino, Piero Fassino alla presentazione alla stampa di questa innovativa opportunità – rafforzerà il sistema complessivo di mobilità contribuendo al raggiungimento di uno degli obiettivi sul quale si sta lavorando fin da inizio mandato: l’intermodalità del trasporto pubblico ed una maggiore offerta di modalità alternative al mezzo privato. Inoltre, non sfugge all’attenzione di nessuno la coincidenza di questa innovativa azione sulla mobilità ambientale di Torino con la Conferenza sul clima di Parigi di questi giorni. Il Car sharing elettrico infatti, che si svilupperà dai prossimi mesi sul territorio cittadino, va nella direzione degli obiettivi mondiali per l’abbattimento degli inquinanti nell’aria”.

Le auto potranno accedere alla ZTL – Zone a Traffico Limitato – Centrale e Romana – (non potranno utilizzare le corsie preferenziali dedicate a bus e taxi o varcare la ZTL Valentino o le aree pedonali) e parcheggiare gratuitamente sulle strisce blu gestite da GTT.

Abbiamo messo il sigillo su un’altra importante evoluzione del nostro sistema di mobilità – ha evidenziato Claudio Lubatti, Assessore alla Mobilità, Infrastrutture e Trasporti della città di Torino – a favore di un servizio complessivo nuovo, efficiente e sempre più sostenibile”.

Blue Solution garantirà almeno 3 anni di servizio, pena il pagamento di una penale alla Città e per contro avrà diritto alla concessione gratuita d’uso del suolo pubblico dove verranno posizionati gli stalli e le relative colonnine di ricarica.

Le colonnine di ricarica saranno aperte anche ai privati possessori di auto full electric che potranno ricaricare la propria auto.

Le prime 15 stazioni di ricarica saranno collocate in: Campus Einaudi (lungo Dora Firenze), via Bertolotti, via Tripoli, via Fidia, p.za Risorgimento, via Stradella, p.za Derna, corso Massimo d’Azeglio, via Giordano Bruno, corso Unione Sovietica, corso Duca degli Abruzzi, corso Inghilterra, via Porta Palatina, via della Rocca e p.za Solferino.

Tempi stimati: fine 2017 completamento delle 700 colonnine e consegna delle 400 auto.

Nel contempo la consigliera comunale PD Federica Scanderebech, ha annunciato che potrebbe partire nella prossima primavera, nel scooter_elettricoquartiere San Salvario il primo scooter sharing. Prima firmataria di una mozione che chiede di sperimentare questa nuova forma di mobilità nel capoluogo piemontese.

Il progetto è stato discusso in Commissione comunale alla presenza dall’assessore Lubatti.

“Bisogna dare un segnale forte e sensibilizzare la cittadinanza all’uso di queste nuove forme di mobilità, – ha detto la consigliera Scanderebech – e negli anni abbiamo visto incrementare notevolmente i servizi di sharing mobility, dal car sharing al bike sharing. Con questa iniziativa si vuole dare un ulteriore incremento all’utilizzo di questo sistema di mobility, proprio dalla prossima stagione primaverile, offrendo la possibilità di utilizzo di nuovi scooter elettrici. L’assessore Lubatti ha confermato che esistono realtà interessate a portare avanti l’iniziativa e la stessa Legambiente ha chiesto l’incremento delle sharing a Torino”.

Angelo Tacconi

loris@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 6.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
A TORINO nuovi servizi di MOBILITY SHARING in arrivo, 6.0 out of 10 based on 1 rating

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*