E’ impossibile vivere senza fallire in qualcosa, a meno che uno non viva così cautamente da non aver vissuto affatto.  (Joanne K. Rowling)

Storie Piccine

Natiperleggere

Dal 7 al 13 marzo si terrà a Torino come in altre città d’Italia, l’undicesima edizione di “Storie Piccine” un’iniziativa che prevede letture ad alta voce di storie, fiabe, racconti e filastrocche, nei luoghi frequentati dai bambini piccoli e dalle loro famiglie:laboratori di lettura, biblioteche civiche, nidi e scuole dell’infanzia, scuole primarie, nidi in famiglia, Bibliomouse – la biblioteca in ospedale dell’Ospedale Infantile Regina Margherita, reparti pediatrici e sale gioco dell’Ospedale Martini, consultori delle ASL, Casa del Teatro Ragazzi e Giovani, librerie “Amiche dei bambini e delle bambine”, Scuola Holden, studi pediatrici che hanno aderito al progetto nazionale Nati per Leggere.
Le letture negli ambulatori pediatrici, nei consultori pediatrici e nelle librerie sono a cura dei laboratori di lettura e delle Biblioteche Civiche Torinesi.
Le attività di lettura organizzate nei nidi e nelle scuole sono curate dagli educatori e dagli insegnanti.

Storie Piccine è uno degli eventi che si svolgono ogni anno nell’ambito del Progetto “ Nati per Leggere” che nasce alla fine del 1999 e prende forma nei mesi seguenti dalla collaborazione tra l’Associazione italiana biblioteche, l’Associazione culturale pediatri e il Centro per la salute del bambino, una ONLUS che ha sedi a Trieste, Napoli e Palermo.
Nati Per Leggere, che si ispira ad analoghe iniziative svolte negli Stati Uniti fin dall’inizio degli anni ’90 (“Born to read”, “Reach out and read”), si propone di favorire e sostenere l’abitudine di leggere nei bambini in età prescolare, sottolineando soprattutto la responsabilità dell’intera comunità per quanto riguarda non solo la tutela del bambino contro la violenza o le malattie, ma anche per quanto riguarda il diritto ad uno sviluppo cognitivo e affettivo completo. In particolare, la campagna di Nati Per Leggere coinvolge in primo luogo i genitori e i pediatri che, con funzioni e ruoli differenti, possono e devono svolgere un ruolo fondamentale.
I pediatri hanno l’importante compito di far comprendere l’importanza di leggere storie ai bambini fin dalla più tenera età, per un corretto sviluppo psicofisico,partendo dal presupposto che il percorso di avvicinamento alla lettura può e anzi deve cominciare fin dalla più tenera età.

Esprime bene questo concetto la filastrocca di Tognolini che è un po’ il manifesto di “ Nati per Leggere”

Leggimi subito, leggimi forte
Dimmi ogni nome che apre le porte
Chiama ogni cosa, così il mondo viene
Leggimi tutto, leggimi bene
Dimmi la rosa, dammi la rima
Leggimi in prosa, leggimi prima

Per quanto riguarda le iniziative del Comune di Torino potete trovare qui il programma :

www.comune.torino.it/iter/servizi/centri_di_cultura/arte_e_creativita/progetti_e_collaborazioni/storiepiccine.shtml

oppure al sito delle Biblioteche Civiche Torinesi

Altri soggetti aderiscono a questa iniziativa tra cui L’Opera Munifica Istruzione:

www.santapelagia.it

www.ilnidodellamusica.it

Per approfondire l’importanza della lettura fin dai primi mesi di vita si veda vedi nella sezione Bambini del giornale Vicini l’articolo “Sotto il Segno dei Libri”

Franca Guiot

francag@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*