Tutta la varietà, tutta la delizia, tutta la bellezza della vita è composta d’ombra e di luce.
(Lev Tolstoj)

Leggi(lo) perché. Concorso con la libreria Gulliver

Leggilo perché

Leggilo perché: non una proposta, una sfida. Per quanti e quali motivi si legge? Cosa si legge?

Proviamoci: perché altrimenti prendo un brutto voto e i miei mi tagliano i viveri. Perché devo superare un esame. Perché me lo ha consigliato la mia ragazza. O il mio professore, “captatio benevolentiae”. Per noia.

Perché chi mi ha regalato quel libro se no si offende. Per darsi un tono in spiaggia. Per passare il tempo in treno.

Ma si può leggere per entrare in un mondo che non è quello in cui viviamo: può essere il mondo magico di Marquez (anche se non è il campione di Moto GP), un saggio di Umberto Eco o un suo romanzo genialmente cervellotico o un suo aforisma, come: “la superstizione porta sfortuna”. Si può leggere la Divina Commedia, così arzigogolata sui banchi di scuola ed oggi improvvisamente trasparente nella lettura di Benigni.

“Leggere significa anche vivere tante vite oltre alla propria” è lo slogan del concorso lanciato dalla Libreria Gulliver. Con il ciclo Leggermente abbiamo incontrato una serie di autori che ci hanno raccontato le loro storie. Nomi noti come Lidia Ravera o Dacia Maraini, o meno noti: interpreti di storie che appartengono al nostro passato (Mimmo Gangemi, Antonella Ossorio), o di utopie circa il nostro futuro (Lidia Ravera); che ci hanno raccontato i mille volti della nostra città (Giuseppe Culicchia), il nostro quartiere (Giancarlo Libert) o la nostra gastronomia (Massimo Battaglio).

Ognuno con una sua proposta e un buon motivo per leggerlo.

La Gulliver, dunque, ci lancia questa sfida: vedere le cose attraverso storia che più è rimasta in noi. Consigliando quel libro agli altri lettori, rivolgendo loro la stessa sfida: scoprire tutto ciò che c’è dietro quel testo.

Rassumiamo anche qui le modalità del concorso:

Scrivere il proprio consiglio in un testo breve, non oltre 500 caratteri, direttamente a
http://www.libreriagulliver.it/concorso-di-consigli-letterari-leggilo-perche-seconda-edizione/

Oppure consegnarlo in libreria.

Verrà premiato il consiglio più originale, quello che ci renderà più curiosi. Le proposte saranno esposte su banchi e vetrine e forniranno un’alternativa di lettura a tutti coloro che ameranno svincolarsi dalle solite classifiche di vendita.

A chiusura del concorso, tutte le suggestioni dei lettori permetteranno di produrre un piccolo libro di consigli da sfogliare, consultare, regalare.

E al vincitore un buono libri spendibile presso la libreria Gulliver
Termina il 6 Aprile. Concorso in collaborazione con:
BIBLIOTECHE CIVICHE TORINESI www.comune.torino.it/cultura/biblioteche
CASCINA ROCCAFRANCA www.cascinaroccafranca.it

Gianpaolo Nardi

gianpaolon@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*