Gli incontri organizzati attraverso un computer vanno bene, se sei un computer.

(Rita Mae Brown)

La musica più bella in una cornice barocca. Il Torino Classical Music Festival

Siamo giunti alla 4^ edizione del Torino Classical Music Festival, una manifestazione che aumenta ancora le potenzialità, notevoli, della nostra città, nell’offrire prodotti culturali di livello elevato. Torino, e in particolare la splendida piazza S. Carlo, sono la cornice ideale per questa sontuosa manifestazione: dal 12 al 17 luglio sono proposti opere, sinfonie e concerti dall’Orchestra e Coro del Teatro Regio, dall’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai e dall’Orchestra Filarmonica di Torino, con la partecipazione di grandi interpreti e solisti.

Classic Music

Il 2016 è il 150° anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia, il capoluogo piemontese  interpreta  un simbolico ponte musicale tra Oriente e Occidente: questo Torino Classical Music Festival vuole rendere omaggio alle atmosfere del Sol Levante e di altri mondi che hanno saputo suggestionare e ispirare le note di grandi compositori.

Accanto ai concerti in piazza, si terranno altri appuntamenti: la Musica alle Corti (dal 13 al 17 luglio) e un omaggio dell’Academia Montis Regalis alle Quattro stagioni di Vivaldi (il 15 luglio alle 18 Grattacielo Intesa Sanpaolo, ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria su www.torinoclassicalmusic.it). Il primo è un affascinante percorso che accompagna il pubblico alla scoperta dei cortili dei palazzi barocchi più belli della città attraverso le note dei giovani musicisti, italiani e stranieri, dei Conservatori di Torino e del Piemonte. L’altro, che si terrà nella cornice del nuovo grattacielo Intesa Sanpaolo, sarà un concerto che evocherà il legame culturale e commerciale che ha unito Venezia e l’Oriente.

Gli spettacoli in piazza San Carlo iniziano alle 21.30; quindici minuti prima di ogni appuntamento, viene proiettata una “guida all’ascolto” realizzata con la collaborazione di Alberto Mattioli, giornalista e critico musicale (12, 14, 15 luglio) e Giampaolo Pretto direttore musicale dell’Orchestra Filarmonica di Torino (13, 16 e 17 luglio) che introdurrà le opere che si andranno ad ascoltare. Per permettere una migliore partecipazione, saranno posizionati tre grandi schermi: due ai lati del palco e uno dietro al monumento del Caval ‘d Brôns.  Inoltre in piazza si troveranno 2 mila e 400 sedie per il pubblico.

Programma

Giorgio Ferraris

giorgiof@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*