I libri sono risorse di grano da ammassare per l’inverno dello spirito (Marguerite Yourcenar)

Festival dell’educazione 2016: connessioni educative

L’edizione nazionale 2016 del Festival dell’Educazione ha come filo conduttore “Il cambiamento e la costruzione della conoscenza”.
Il tema, attraverso un approccio multidisciplinare, sarà declinato in venti aree tematiche secondo quattro dimensioni: io, noi, spazio, tempo, interconnesse tra loro in un processo circolare.

Il Festival si rivolge non solo al mondo della scuola ma a tutti coloro che a vario titolo sono interessati ai temi dell’educazione e della formazione.

Il festival, a cura della Città di Torino, si svolgerà dal 23 al 27 novembre in numerose sedi , dall’ Aula Magna della Cavallerizza Reale (Università di Torino) fino a Xkè? Il laboratorio della curiosità in via Gaudenzio Ferrari 1.

La Sindaca Chiara Appendino, nel presentare l’iniziativa afferma “Le buone politiche debbono creare le condizioni necessarie affinché i luoghi educativi, sin dai nidi e dalle scuole d’infanzia, svolgano il loro compito di far crescere cittadini e cittadine responsabili, consapevoli e competenti, fondamento essenziale della democrazia. Il Festival vuol essere luogo di ricerca, incontro, dialogo per tutti e tutte coloro che si occupano e preoccupano di educazione, non solo dell’infanzia, ma per tutto l’arco della vita. Cinque giorni con autorevoli relatori e relatrici in sessioni plenarie per condividere suggestioni e connessioni educative su grandi temi, con seminari per approfondire con studi e ricerche, workshop per presentare e scambiare esperienze e buone pratiche e con tavole rotonde per dialogare con approcci culturali e visioni divergenti.” .

L’Assessora all’ Istruzione Federica Patti , dal canto suo, prosegue sottolineando che “i sistemi educativi devono rispondere alle molteplici sfide del mondo contemporaneo, nella prospettiva di un arricchimento continuo dei saperi e in un’ottica di accoglienza di bambine, bambini e giovani che devono poter trovare pari opportunità di emancipazione all’interno della comunità educante. In questo contesto le buone politiche sono presupposti necessari affinché i luoghi educativi, a partire dai nidi e dalle scuole d’infanzia, assolvano a questo compito. ” .

il programma è molto articolato e suddiviso nelle quattro macrosezioni già elencate: ci saranno sessioni plenarie per condividere suggestioni, proporre connessioni educative, offrire nuove chiavi di lettura, seminari per approfondire attraverso un’analisi multidisciplinare con studi e ricerche, workshop per presentare e scambiare esperienze e buone pratiche, tavole rotonde per dialogare con approcci culturali e visioni divergenti.

Ci saranno anche Spettacoli con una sezione dedicata a bambine, bambini, ragazzi, ragazze e alle loro famiglie. Nel programma sono presenti spettacoli di cinema, teatro, musica e danza.

Il programma dettagliato è reperibile qui.

La partecipazione è gratuita e le iscrizioni sono già aperte compilando il modulo a questo link

franco

direttore@vicini.to.it

festival-educucazione-2016

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*