C’è chi crede che tutto gli sia dovuto, ma non è dovuto niente a nessuno.

Le cose si conquistano con dolcezza ed umiltà.
(Madre Teresa di Calcutta)

“Nucleo Zero” Luce D’Eramo

Le lettrici della Biblioteca di Spazio Donne di Cascina Roccafranca propongono questa settimana un secondo libro di Luce D’Eramo (la scrittrice Lucetta Mangione).

“Nucleo Zero” si può definire romanzo storico, riguardante un particolare momento della storia recente dell’Italia: gli anni terribili del terrorismo brigatista. Questo romanzo, pubblicato nel 1981 e scritto poco dopo il rapimento Moro, racconta una storia di terrorismo che si svolge alla fine del 1980.

image_book.php

Luce D’Eramo è stata la prima ad affrontare il tema dell’eversione, interessandosi non soltanto “a come si diventa terroristi, ma come si diventa vivendo da terroristi”. “Nucleo Zero” parla degli anni di piombo, delle azioni malavitose di autofinanziamento da parte dei gruppi clandestini di sinistra. Interessante come la scrittrice affronti il rapporto che quelle persone avevano con i mass media: il terrorismo è visto come effetto dell’adozione, da parte dei gruppi eversivi, di una mentalità massmediatica nel senso che ogni atto eversivo mira soprattutto ad imporsi come mezzo di comunicazione e quindi di diffusione del messaggio rivoluzionario.

Come sempre, la recensione del romanzo “Nucleo Zero” è posta sulla bacheca di fronte allo Spazio Donne, al primo piano di Cascina Roccafranca. Il testo, insieme ad altri della stessa autrice, sono reperibili nella biblioteca dello Spazio Donne, cui tutti possono accedere per prestiti e lettura

  • Il martedì: dalle 15 alle 17
  • Il giovedì: dalle 17 alle 19
  • Il venerdì: dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17

Rossella Lajolo

rossellal@vicini.to.it

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*