"C’è una strada che va dagli occhi al cuore senza passare dall’intelletto." (GK Chesterton)

Bilancio deliberativo: vince il progetto della “Clessidra verde”

Ascolta con webReader

Presentati a Palazzo Civico i risultati del Bilancio deliberativo per riqualificare la “Clessidra”, ovvero l’area verde nel territorio della Circoscrizione 1 tra corso Turati, largo Orbassano, corso De Nicola e via Tirreno.

Con il 65,6% dei voti ha vinto il progetto della “Clessidra verde”, che prevede la creazione di un parco pensato per diversi tipi di fruizione: un percorso pedonale di svago; una zona di “campagna di città”, con alberi da frutta, orti urbani e gazebo con vasche pensili; un’area giochi per bambini e adolescenti; una nuova area cani adiacente a corso Orbassano; uno spazio relax con panche e tavoli; un percorso sportivo attrezzato. Il parco – la cui progettazione preliminare verrà avviato all’inizio del 2017 – sarà realizzato nei prossimi 2-3 anni.

Oggi si conclude si conclude un percorso partecipato per la riqualificazione di un’area della nostra città – ha dichiarato Fabio Versaci, Presidente del Consiglio Comunale di Torino – È stato un percorso articolato e complesso che è servito però a coinvolgere attivamente gli abitanti del territorio. Le risorse per il progetto vincitore saranno inserite nel Bilancio preventivo 2017 della Città di Torino e mi auguro che gli interventi possano essere realizzati quanto prima, per dare seguito alle aspettative dei residenti, di chi ha votato i progetti in gara e di quanti hanno lavorato per favorire la più ampia partecipazione. Il nostro impegno sarà quello di continuare a promuovere la partecipazione attiva e consapevole di cittadine e cittadini nelle scelte dell’Amministrazione, così da renderle il più possibile condivise”.

Cinquecentomila euro del bilancio cittadino saranno a disposizione della Circoscrizione 1 – ha dichiarato Massimo Guerrini, Presidente della Circoscrizione 1 – per realizzare un progetto pensato e costruito dagli stessi residenti perché siamo fortemente convinti che i cittadini debbano partecipare in modo attivo alle decisioni sulla loro Città. I due progetti – che sono stati votati dal 1° al 21 dicembre, sia online che in quattro location della Circoscrizione 1 – sono venuti a galla dopo un lungo percorso di condivisione con i residenti. I votanti sono stati quasi 1.200: un bel numero considerando che dei circa 68.000 cittadini aventi diritto al voto e togliendo la fascia dei residenti nel centro storico, di San Secondo e Santa Teresina poco interessati dal progetto, in quanto entrambi i progetti erano riferiti a un’unica area, ‘La Clessidra’, una zona di confine del nostro quartiere, tra corso Pascoli e corso De Nicola, si arriva ben al di sotto della quota dei 68.000. Ciò significa che ha votato un’alta percentuale degli interessati”.

È quindi intervenuta Stefania Ravazzi, Coordinatrice del progetto per l’Università degli Studi di Torino: “Il percorso che abbiamo condotto finora e quello che seguirà durante la fase di progettazione preliminare delle opere è particolarmente importante non solo perché rappresenta un esempio positivo di interazione tra mondo della ricerca, istituzioni pubbliche e territorio, ma perché sfida i canoni della partecipazione politica tradizionale.
La modalità informata, dialogica e costruttiva del percorso di co-progettazione vuole proporsi come nuovo e più efficace modo di coinvolgere i cittadini all’elaborazione di scelte pubbliche condivise. Esperienze come questa servono non a dimostrare che i cittadini possono sostituire gli amministratori, ma che di fronte ad alcune scelte, in particolare se altamente conflittuali, la democrazia può funzionare meglio se procede attraverso processi corali che siano in grado di dare voce a una molteplicità di punti di vista”.

Il progetto vincitore è il frutto di un articolato processo di coinvolgimento dei cittadini nelle scelte pubbliche ispirato al modello della democrazia deliberativa (www.bilanciodeliberativotorino.it).

Il percorso è stato ideato e gestito dal Laboratorio di Politiche (LaPo) dell’Università di Torino ed era strutturato in quattro fasi:
1) fase informativa;
2) fase di discussione in incontri pubblici sul territorio supportata da facilitatori professionisti;
3) fase di progettazione riservata a dieci cittadini estratti a sorte e supportata da facilitatori professionisti e da tecnici del Comune di Torino, dalla quale sono emersi due progetti equivalenti di riqualificazione dell’area (“Clessidra verde” e “Clessidra sportiva”);
4) fase di voto (dal 1° al 21 dicembre 2016) per scegliere il progetto da realizzare e riservata ai residenti in Circoscrizione 1 che avessero compiuto almeno 16 anni, gestita in collaborazione con il Dipartimento di Informatica dell’Università di Torino.

In totale, hanno partecipato al voto 1.188 residenti.
Schede cartacee non imbucate: 2
Voti cartacei nulli: 1
Voti validi: 1.185
Voti validi espressi sulla piattaforma on line: 1.032
Voti validi espressi con scheda cartacea: 153
Risultati:
“Clessidra verde”: 777 voti (65,6%)
“Clessidra sportiva”: 408 voti (34,4%)

Il progetto vincitore sarà inserito nel Bilancio preventivo 2017 della Città di Torino per un importo di 500mila euro.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*