"C’è una strada che va dagli occhi al cuore senza passare dall’intelletto." (GK Chesterton)

“MAMME NARRANTI” : NARRAZIONE E TERRITORIO

Con la conferenza stampa del 24 febbraio alla Casa del Teatro Ragazzi ha preso il via il progetto “Mamme Narranti” alla Casa del Teatro di Torino, un percorso che prevede la produzione di uno spettacolo costruito insieme ai cittadini di un quartiere che narrano le loro storie.

L’iniziativa è promossa dalla Fondazione Teatro Ragazzi Onlus, la Fondazione per il Libro la Musica e la Cultura, l’ Urban Center Metropolitano e la Fondazione Contrada e vede come attori gli abitanti del quartiere S Rita in cui è situata la Casa del Teatro Ragazzi.

A condurre questo esperimento culturale, sociale e artistico, sarà il dott. Andrea Satta, pediatra, musicista e scrittore, che da sette anni a questa parte ha attivato, nel suo ambulatorio romano, il progetto “ Mamme Narranti”, che si propone, come dice lo stesso Satta “ di mettere in relazione persone che non si conoscono, costruire o ricostruire un tessuto di comunità, attivare relazioni sociali che contribuiscano alla salute di bambini e adulti perchè i bambini non stanno bene se non stanno bene i genitori.

L’ iniziativa è nata da un incontro con una mamma del Marocco che una sera si presentò a lui lamentandosi della sua solitudine e dicendo che le uniche parole che riusciva a scambiare erano con altre mamme quando facevano la fila nell’ambulatorio del pediatra.

Nacque così l’idea di invitare le mamme a raccontare le favole con cui si addormentavano da bambine: fu subito la fila, le mamme vennero portando cibo della loro terra e Andrea Satta si rese conte di avere come pazienti bambini non solo di molte regioni d’ Italia,ma anche di molti paesi del mondo. E da allora una volta al mese ,il lunedì, le mamme si incontrano, raccontano storie e costruiscono relazioni tra di loro. Da questa esperienza sono nati dei libri e anche un Tour per le varie città d’ Italia in cui le “ Mamme Narranti”, mamme di ogni città vengono a raccontare la favola con cui si addormentavano da piccole,con bambini, artisti, storie, ospiti, proiezione di disegni.

IL progetto di cui stiamo parlando “ Mamme Narranti alla casa del Teatro di Torino”amplia questo discorso di fare comunità dalla raccolta delle fiabe agli abitanti e alle storie passate e recenti del quartier S Rita, che prende il nome dal Santuario dedicato alla Santa, intorno al quale si è sviluppato il quartiere.

L’iniziativa punta ad attivare la partecipazione e la curiosità dei cittadini attraverso la conoscenza reciproca e l’ incontro con altre culture, anche nella prospettiva di abbattere il pregiudizio, l’emarginazione e il razzismo.

L’originalità e l’importanza di questo progetto risiede nel fatto che gli abitanti del quartiere saranno i protagonisti della costruzione di uno spettacolo teatrale urbano che si terrà nell’ autunno del 2017 e che partirà dai racconti dei partecipanti.

Sarà un modo nuovo di fare teatro” ha detto alla conferenza stampa il Presidente della Fondazione Teatro Ragazzi Alberto Vanelli “che ha come obiettivo quello di inserire più profondamente il Teatro Ragazzi nel territorio in cui è radicato”.

Per realizzare questo obiettivo il progetto prevede cinque itinerari nel quartiere ( a piedi e in bicicletta), in cui ognuno dei partecipanti sarà dotato di cuffie per dialogare con gli alti partecipanti: insieme incontreranno dei personaggi individuati in precedenza per scoprire, attraverso i loro racconti, le trasformazioni del quartiere non solo da un punto di vista urbanistico, ma anche sociale e di costume; altri cinque itinerari si svolgeranno in tram : i partecipanti muniti di microfono intervisteranno il pubblico casuale in un luogo in movimento per individuare gli aspetti della città che continua a fare la sua vita e vedere la quotidianità da un altro punto di vista.

Gli itinerari saranno organizzati da Urban Center Metropolitano, associazione autonoma dedicata ai processi di trasformazione di Torino e dell’ area Metropolitana. In collaborazione con la Fondazione Contrada Torino Onlus, fondata nel 2008 per iniziativa della Città di Torino, dell’ università degli Studi e della Compagnia di S Paolo, per tutelare , promuovere e valorizzare il territorio piemontese, Urban Center realizzerà una mappatura del territorio all’interno della quale individuerà i percorsi attraverso le architetture che connotano la storia di S Rita, i quali saranno intervallati, come già detto, dalle storie degli abitanti che vivono o hanno vissuto nel quartiere.

Parallelamente a queste azioni sul territorio si svolgeranno degli incontri teatrali alla Casa del Teatro, per trasformare in spettacolo il materiale raccolto e contribuire ulteriormente alla creazione di comunità tra i cittadini del quartiere.

Altro partner del progetto è il Salone Internazionale del Libro in quanto gli appuntamenti del progetto “Mamme Narranti” che si svolgeranno alla Casa del Teatro Ragazzi di Torino entrano nel programma del Salone Off, il cartellone degli incontri diffusi che il Salone promuove sul territorio urbano di Torino e della Città Metropolitana.

Il presidente della Fondazione per il Libro, la musica e la Cultura, Mario Montalcini,commenta “il progetto “Mamme Narranti” è un progetto straordinario perchè unisce la cura e la manutenzione della memoria come strumento di trasmissione e conservazione fra le generazioni” e in questo caso contribuisce a rendere un territorio consapevole della sua storia e della sua cultura

Franca Guiot

francag@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*