"C’è una strada che va dagli occhi al cuore senza passare dall’intelletto." (GK Chesterton)

“Sissi” e le “Ragazze mancine” recensite dallo Spazio donne Cascina Roccafranca

Ascolta con webReader

Dopo breve interruzione, riprendono con regolarità le recensioni della Biblioteca dello Spazio donne di Cascina Roccafranca. Questo mese, le lettrici hanno affrontato due romanzi molto diversi tra loro: “Sissi”, biografia della celebre imperatrice d’Austria, della scrittrice tedesca Brigitte Hamman (1940-2016) e “Ragazze mancine” della nostra Stefania Bertola.NZO

La storia di Elisabetta di Baviera è nota a tutti, su di lei sono stati scritti molteplici libri e prodotti film celebrativi. Sposa giovanissima di Francesco Giuseppe, Elisabetta di Wittelsbach abbandonò le foreste e la libertà della Baviera per il mondo dorato e soffocante della corte di Vienna, sottoposta alla tutela della inflessibile suocera, l’arciduchessa Sofia.

Coraggiosa, intelligente, malinconica e desiderosa di libertà, Sissi non volle accettare nessuno dei ruoli che la tradizione e l’ambiente le assegnavano, condannandosi ad un destino di infelicità. L’imperatrice “anarchica” finì uccisa da un anarchico nel 1898. Nel libro, non manca la ricostruzione storica di un periodo di grande fermento politico, nell’Europa continentale di fine Ottocento, con richiami agli ideali repubblicani dai quali Elisabetta non era distante.

Lettura “spensierata”, quella di Stefania Bertola, affermata scrittrice, traduttrice, sceneggiatrice e autRagazze-Mancine-323x500rice radiofonica, nata a Torino. Nei suoi romanzi sa sempre coniugare, in una buona scrittura e tono leggero, umorismo, sentimento e senso del surreale. In “Ragazze Mancine”, pubblicato nel 2013, le protagoniste sono Adele ed Eva, due donne completamente diverse fra loro; le accomuna il fatto di essere entrambe precarie sia a livello lavorativo che a livello affettivo. Hanno in un certo senso smarrito la strada, e dunque iniziano ad affrontare la vita in un modo nuovo, con il classico lieto fine. Le due ragazze mancine vivono nel romanzo situazioni che si rifanno ad alcune manie tipicamente italiane, che l’autrice racconta in modo intelligente ed ironico, e nelle quali possiamo riconoscerci.

Come di consueto, le recensioni sono affisse nella bacheca antistante lo Spazio donne in Cascina Roccafranca, dove è possibile reperire i testi.

orario della biblioteca: martedì 15,00-18,30 – venerdì 10,00-12,00 e 15,30-18,00

Tutti i giovedì dalle 17 alle 19

Rossella Lajolo

rossellal@vicini.to.it

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +2 (from 2 votes)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*