“A volte si ha così tanta paura di morire, che ci si dimentica di vivere.”

(OMAR SY – Samuel, nel film “Famiglia all’improvviso – Istruzioni non incluse”)

TorinoReteLibri, una rete fra le biblioteche

Un importante traguardo che gratifica gli sforzi per promuovere la lettura sul nostro territorio proviene dal Protocollo d’intesa concordato fra le Biblioteche civiche, quelle scolastiche, Iter, l’Area Giovani e Pari Opportunità, le Circoscrizioni 3,4,5 e 7, il Comune di Venaria e la Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura. La Giunta torinese, infatti, su proposta degli Assessori Francesca Leon, Federica Patti e Marco Giusta, ha deciso di siglare questo “patto della lettura” nella seduta del 23 maggio, un accordo di durata triennale che impegna tutti gli enti, le scuole e le istituzioni in elenco a condividere e diffondere il proprio patrimonio bibliografico e culturale, mettendo a disposizione di un pubblico più allargato la ricchezza del sapere e i prestiti collettivi per lunghi periodi.

In un’epoca in cui le statistiche registrano amaramente il progressivo abbandono della pratica della lettura nella popolazione italiana, soprattutto tra i più giovani, il cui rapporto con i libri si limita ormai solo più alla prestazione didattica, questo passo rappresenta un’iniziativa significativa e di resistenza, un baluardo contro l’analfabetismo di ritorno così dilagante.

La collaborazione che verrà siglata unifica gli sforzi delle diverse realtà diffuse sul territorio che operano nella gestione e fruizione dei libri, nella promozione della lettura, nella proposta di iniziative culturali e rappresenta un progetto di rete di più ampio respiro, che vede l’impegno di ogni attore aderente finalizzato al recupero dei non-lettori, a rivalutare il rapporto con i libri e con la lettura, soprattutto tra la popolazione scolastica e giovanile.

Dopo il rilevante e considerevole contributo trasmesso dal progetto Nati per Leggere, l’iniziativa nazionale che promuove la lettura ad alta voce rivolta ai più piccini e che ha riscontrato un così ampio successo, mancano delle politiche di sostegno che garantiscano continuità e cura dei principi insiti nella promozione della lettura. L’accordo proposto può essere una risposta, se pur iniziale, se pur tiepida, se pur con un limite territoriale, a questa esigenza.

Loredana Pilati

loredanap@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +2 (from 2 votes)
TorinoReteLibri, una rete fra le biblioteche, 7.0 out of 10 based on 1 rating

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*