Tutta la varietà, tutta la delizia, tutta la bellezza della vita è composta d’ombra e di luce.
(Lev Tolstoj)

Con la primavera sboccia a Torino la voglia di leggere: Torino che legge, edizione 2019

Dall’8 al 15 aprile tornerà anche quest’anno “Torino che legge”, la manifestazione nata per celebrare la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore istituita dall’UNESCO, organizzata dalla Città di Torino con le sue Biblioteche civiche e dal Forum del Libro, in collaborazione con le Circoscrizioni e la Fondazione per la Cultura Torino.

 

Una settimana che ha già visto il suo debutto nell’anteprima delle giornate di sabato 6 e domenica 7 aprile, con il coinvolgimento delle librerie indipendenti e con la proposta di letture ad alta voce rivolta ai viaggiatori del tram storico che attraversa Torino, che ha consentito di riportare gli ascoltatori ai tempi passati, prima dell’avvento del cellulare, quando si era soliti incontrare i passeggeri con un libro in mano, leggere sui mezzi di trasporto. Letture ad alta voce, quindi, per scoprire le bellezze della città, dalle poesie di Gozzano alle pagine di romanzi o racconti, ad alcune piccole curiosità su Torino: questa la formula di introduzione alla nuova edizione di “Torino che legge”, che puntuale si presenta a primavera, riportando al centro la parola scritta, la bellezza del libro, con il ruolo di apripista al prossimo Salone Internazionale del Libro di Torino di maggio.

Con il contributo della Regione Piemonte la kermesse di eventi culturali quest’anno si amplia e invade i paesaggi di altri territori, dall’area metropolitana a località più distanti, fino a Ceva, diventando così anche il “Piemonte che legge”.

Più di 500 gli eventi gratuiti in programma, nelle biblioteche, nelle librerie, ma anche in spazi più informali, che fino al 15 aprile consentiranno di scoprire (o riscoprire) un piacere che non ha età, quello della lettura: reading, incontri con l’autore, attività formative, musica, convegni e iniziative per grandi e piccini, realizzati in biblioteche, librerie, scuole, musei, teatri, case del quartiere, enti, associazioni e fondazioni, circoli, piazze, corsi, giardini, metropolitana e tram storico.

Un grande laboratorio cittadino e regionale sulla lettura che pone in evidenza la forza della filiera del libro e la sua azione sinergica, leva fondamentale per promuovere e rafforzare una partecipazione continuativa fra i diversi soggetti ed enti culturali, per mettere in rete la grande comunità del libro, facendo della città, e della regione, uno dei poli all’avanguardia nel campo dell’invito alla lettura, portando opere e autori anche fuori dai luoghi canonici della lettura, creando condivisione e restituendo al libro il suo significato più profondo di bene comune.

Fra i numerosi scrittori ospiti di questa edizione troviamo Bruno Arpaia, Marco Balzano, Marco Belpoliti, Adil Bellafqih, Giuseppe Culicchia, Gianni Farinetti, Christian Frascella, Margherita Oggero, Bruno Gambarotta, Carlo Greppi, Elena Loewenthal, Marco Missiroli, Valeria Parrella, Enrico Pandiani, Luca Ragagnin, Enrica Tesio, Dragan Velic.

Tra le novità dell’edizione 2019, tutti coloro che dal 6 al 23 aprile acquisteranno un testo nelle librerie aderenti a “Torino che legge” e “Piemonte che legge” riceveranno un voucher valido per l’ingresso, a prezzo ridotto, alla mostra “Steve McCurry. Leggere” allestita a Palazzo Madama.

Radio Beckwhit Evangelica, altra novità, seguirà la manifestazione con appuntamenti in diretta e approfondimenti, anche in collaborazione con Bip – Passaggi in Biblioteca, programma realizzato in collaborazione con l’A.I.B. Sez. Piemonte, l’Associazione Italiana Biblioteche.

Il programma completo delle iniziative alla pagina web: www.torinochelegge.it

Loredana Pilati

loredanap@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (3 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +5 (from 5 votes)
Con la primavera sboccia a Torino la voglia di leggere: Torino che legge, edizione 2019, 10.0 out of 10 based on 3 ratings

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*