“A volte si ha così tanta paura di morire, che ci si dimentica di vivere.”

(OMAR SY – Samuel, nel film “Famiglia all’improvviso – Istruzioni non incluse”)

Lovers 2019: Over The Rainbow.

“Se non ti mobiliti per difendere i diritti di qualcuno che in quel momento ne è privato, quando poi attaccheranno i tuoi, nessuno si muoverà per te. E ti ritroverai solo.” (Harvey Milk)

Per ribadire ancora una volta i diritti di lesbiche, gay, bisessuali, trans, queer e intersessuali, dal 24 al 28 aprile 2019 a Torino presso il Cinema Massimo – MNC torna il più antico festival sui temi LGBTQI d’Europa e terzo nel mondo, diretto da Irene Dionisio con la consulenza artistica di Giovanni Minerba, fondatore con Ottavio Mai del Festival.

Anche quest’anno Lovers Film Festival – Torino LGBTQI Visions sarà all’insegna di uno spirito cinefilo, militante e pop e si concentrerà sul tema della visibilità LGBTQI, attraverso i concorsi cinematografici, gli eventi speciali e collaterali.

Oggetto di questo 34° Lovers Film Festival due anniversari particolarmente importanti per la comunità lgbt: il cinquantenario dalla prematura scomparsa dell’attrice Judy Garland (considerata un’icona gay) e dei «Moti di Stonewall», rivolta contro l’irruzione della polizia newyorchese nell’omonimo bar di Manhattan. Un evento al quale si fa risalire la nascita del movimento di liberazione lgbtqi  nel mondo.
Madrina dell’edizione di quest’anno sarà l’attrice Alba Rohrwacher; con lei interverrà  l’attore Neri Marcoré, che fa  parte della giuria del concorso lungometraggi. La serata di apertura vedrà sul palco della Sala Soldati l’attore Giancarlo Giannini, ospite d’onore, che dialogherà con Pino Strabioli. Tra gli eventi, l’omaggio a Helmut Berger, uno degli attori prediletti da Luchino Visconti; la presenza di Asia Argento, che aprirà la mostra Antologia analogica con 23 sue fotografie negli spazi esterni della Mole Antonelliana e della scrittrice Michela Murgia, oltre a diverse iniziative al Circolo dei Lettori e in collaborazione con il Coordinamento Torino Pride. Sarà Giovanni Minerba, fondatore con Ottavio Mai della rassegna, e consulente scientifico dell’edizione di quest’anno, a curare la serata/spettacolo di chiusura sul cinema LGBT con Monica Guerritore.

In mezzo, 102 titoli in programma, con 10 anteprime mondiali, 5 anteprime internazionali, 3 anteprime europee e 50 anteprime nazionali di prodotti di fiction, documentari e corti, in lizza per aggiudicarsi i premi nelle diverse categorie, tra le quali: All the Lovers (Concorso lungometraggi internazionale); Real Lovers (Concorso documentari internazionale); Future Lovers (Concorso cortometraggi internazionale al quale possono partecipare film italiani e internazionali di ogni genere e formato).

Il Lovers Film Festival –Torino LGBTQI Visions dal 2005 è integrato nel Museo Nazionale del Cinema di Torino e si svolge con il contributo del MiBAC– Direzione generale Cinema, della Regione Piemonte e del Comune di Torino.

Tutte le info e il programma al sito:

http://www.loversff.com/

Anna Scotton
annas@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +2 (from 2 votes)
Lovers 2019: Over The Rainbow., 10.0 out of 10 based on 1 rating

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*