In Olanda hanno inventato la birra per cani. Metà del mondo muore di fame, l’altra metà inventa minchiate!
Luciana Littizzetto

Nuove protesi

Ma secondo voi quanto manca al passaggio tra la telefonia mobile a quella protesizzata?

Io credo manchi poco, capace che riesco ancora a vederla.

Mi spiego, appurato che non è più possibile vedere un essere umano deambulante o pedalante etc. che non stia parlando al cellulare o stia consultandolo per ragioni varie e sacrosante ed essendo assai improbabile che nei prossimi anni avvenga una repentina mutazione genetica che ci porti a nascere corredati di tre o quattro mani, il problema rischia di diventare serissimo.

Il pedone che si attarda sulla striscia per gesticolare forsennatamente o urlare improperi all’interlocutore del momento, deve tenere d’occhio troppe variabili. Il semaforo, la borsa o la cartella, spesso il cane al guinzaglio, a volte una carrozzina con dentro il pargolo.

Allo scattare del rosso spesso è ancora nel mezzo della discussione e dell’attraversamento e gli automobilisti, si sa, non sono pazienti.

E i due innamorati che al tavolino del ristorante cenano romanticamente a lume di display, volessero farsi una coccola, magari accarezzarsi i polsi o darsi dei buffetti affettuosi sulle guance, niente, impediti, all’amore servono due mani.

E allora io dico, non poniamo tempo in mezzo. Decidiamoci. Alla nascita, mentre si taglia il cordone ombelicale si fa un taglietto da qualche altra  parte e si inserisce la protesi telefonica.

Sarà un po’ difficile scattare foto, ma questo, con la tecnologia, si risolve.

Giulia Torri

giuliat@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 1.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)
Nuove protesi, 1.0 out of 10 based on 1 rating

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*