“A volte si ha così tanta paura di morire, che ci si dimentica di vivere.”

(OMAR SY – Samuel, nel film “Famiglia all’improvviso – Istruzioni non incluse”)

Eterni secondi: perdere è un’avventura meravigliosa

Rosario Esposito La Rossa vive in una delle zone d’Italia più compromesse dal punto di vista della legalità, dove impera da tempo la criminalità organizzata, alla quale si cerca di far fronte con una resistenza armata di valori, di principi che vanno continuamente fortificati e alimentati, perché non vada dispersa la speranza di risollevare le sorti di un territorio dove lo Stato sembra quasi inesistente.

Rosario Esposito La Rossa è il primo libraio di Scampia, attualmente gestisce le case editrici Marotta&Cafiero e Coppola editore. Collabora con La Repubblica e Il Fatto Quotidiano ed è stato nominato da poco Cavaliere della Repubblica dal Presidente Mattarella, per il lavoro che quotidianamente svolge con gli scugnizzi del territorio di Scampia, attraverso lo sport, la letteratura e il teatro. Ha fondato la Scugnizzeria, la casa degli scugnizzi, una libreria dove centinaia di bambini trovano rifugio dalle strade di Scampia, trascorrono i loro pomeriggi, facendo i compiti e formandosi attraverso corsi e attività ludiche.

Ed è proprio nella Scugnizzeria che è nato il libro che ha presentato all’ultimo Salone Internazionale del Libro, parlando ai suoi ragazzi del valore della sconfitta, di quanto voglia dire saper riconoscere e prendere consapevolezza dei propri limiti, imparando dai propri errori, per poterli valorizzare e trasformare in ingredienti utili, indispensabili per progredire, per migliorare e, a volte, per vincere.

Eterni secondi, edito da Einaudi, non è solo la raccolta di venti storie di sport, spesso dimenticate, che hanno vissuto il riscatto di quell’iniziale e fallace sconfitta: è anche un insegnamento di vita. Leggendo gli scorci di biografie e gli aneddoti di quei venti atleti, dipinti di coraggio e determinazione, di coriacea volontà di sfida verso il destino, non si può non esserne coinvolti e restare ammirati. Un’ammirazione che certamente l’Autore ha voluto dedicare a tutti i suoi scugnizzi di Scampia, e oltre, perché apprendano da questi esempi come sempre nella vita ci venga offerta una possibilità di riscatto in cui credere.

Rosario Esposito La Rossa è stato recentemente protagonista di una puntata della serie televisiva Nuovi Eroi, una rassegna di storie di vita di personaggi italiani che, pur vivendo nell’ombra, militano quotidianamente nella società, con il fine ammirevole di renderla una società migliore, soprattutto per gli altri, soprattutto per i più fragili e più vulnerabili. Non si poteva attribuire definizione migliore, “nuovo eroe”, a un giovane uomo che ha creduto, e continua a credere, nel riscatto della sua terra, e di tutti quegli scugnizzi che cerca ogni giorno di togliere dalla strada della criminalità, attraverso i valori che la cultura può veicolare, perché, come spesso l’Autore ama citare, “narrare è resistere”.

Loredana Pilati

loredanap@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +2 (from 2 votes)
Eterni secondi: perdere è un’avventura meravigliosa, 10.0 out of 10 based on 1 rating

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*