“A volte si ha così tanta paura di morire, che ci si dimentica di vivere.”

(OMAR SY – Samuel, nel film “Famiglia all’improvviso – Istruzioni non incluse”)

Festival CinemaAmbiente 2019 – Green Generation

Ho visto bruciare il carbone, il petrolio, il gas naturale e ho visto come essi rovinino l’aria che respiriamo. Ho visto quanto quell’atmosfera alterata riscaldi le nostre foreste, finché queste non esplodono in palle di fuoco e le case sono ridotte in cenere. Ho visto, attraverso più di un milione di fotogrammi timelapse, come si sciolgono trilioni di tonnellate di ghiacciai. E ho visto come quest’acqua si riversa nei mari, inondando le coste del mondo». (James Balog), dal discorso in occasione della Giornata della Terra, Washington Mall, 22 aprile 2017.

Sarà proprio dedicato al fotografo James Balog, il film The Human Element , di Matthew Testa (USA 2018, 80’), in apertura della 22ª edizione di CinemAmbiente, manifestazione che si svolgerà come di consueto a Torino dal 31 Maggio al 05 Giugno 2019.
Al pluripremiato fotografo statunitense che indaga e illustra le alterazioni dei quattro elementi – acqua, aria, terra e fuoco – provocate dall’azione dell’uomo, andrà quest’anno il premio speciale del Festival “Movies Save The Planet”, mentre una selezione di suoi scatti originali sarà esposta nella mostra allestita sulla cancellata della Mole Antonelliana.
Uno dei festival di punta della realtà cinematografica torinese e che ha contribuito in questi  anni a far crescere a coscienza ecologista negli spettatori, quest’anno sarà dedicato alla “Green Generation”, a sottolineare il legame ideale con l’Onda Verde, nata dalle battaglie di Greta Thunberg e convogliata nel movimento dei #FridaysForFuture. Lo spazio della manifestazione riservato ai giovani è sempre più ampio e un’intera sezione, CinemAmbiente Junior, li vede protagonisti, attraverso una competizione nazionale riservata a bambini e ragazzi e le proiezioni dedicate alle Scuole, alle quali sono già arrivate migliaia di prenotazioni. Durante il Festival, inoltre, si svolgerà un seminario dedicato alle “Scuole EcoAttive” in merito alle buone pratiche di sostenibilità da portare tra i banchi di scuola.
Fondato e diretto da Gaetano Capizzi, il Festival è organizzato dall’Associazione CinemAmbiente con il Museo Nazionale del Cinema; è membro fondatore del Green Film Network, associazione che riunisce le più importanti rassegne cinematografiche internazionali a tema ambientale, ed è in continua espansione: quest’anno verranno presentati 140 film divisi tra sezioni competitive e non competitive,  selezionati dallo stesso Capizzi e da Lia Furxhi tra i più di 1000 film iscritti al concorso.
Nella sezione “lungometraggi internazionali”, saranno dieci i titoli in gara: dall’analisi della nuova era geologica dominata dall’uomo (Anthropocene: The Human Epoch), alle conseguenze nefaste dell’attuale sistema di sviluppo economico (System Error) e dei suoi limiti (Breakpoint), messi a confronto con il nuovo attivismo giovanile (Youth Unstoppable).
Nello spazio “One Hour”, saranno presentati 7 mediometraggi scelti per l’importanza dei temi che affrontano: dai giovani impegnati sul fronte ambientale (Messaggi dalla fine del mondo), all’emergenza rifiuti (UseLess), ai dubbi sul nuovo piano di riciclaggio lanciato dal colosso della bibita più bevuta al mondo (A Plastic Surgery: Coca-Cola’s Hidden Secrets).
Tra i film in concorso italiani (dieci) si va dal film-inchiesta sul business della soia (Soyalism) alla realtà dei migranti climatici (Climate Limbo). Oltre ai 30 film brevi della sezione “cortometraggi internazionali”, occorrerà prestare attenzione allo spazio “Inventing Tomorrow”, uno sguardo sul futuro e su come le nuove conquiste della scienza e della tecnologia cambieranno il nostro mondo.
La proiezione di The Cove in omaggio a Richard O’Barry – l’ex addestratore del delfino Flipper, diventato ambasciatore nel mondo dei diritti degli animali marini – all’aperto, nell’inusuale cornice degli Imbianchini; l’assegnazione del Premio letterario “Le Ghiande” al poeta ticinese Fabio Pusterla e il film di chiusura Aquarela, già visto all’ultima Mostra del Cinema di Venezia, tra gli eventi di rilievo di quest’edizione.

Per favorire l’attenzione e la consapevolezza sui temi della sostenibilità da parte del pubblico, tutti gli eventi e le proiezioni del Festival sono a ingresso gratuito

Info: https://cinemambiente.it/programma/

Anna Scotton
annas@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (3 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +2 (from 2 votes)
Festival CinemaAmbiente 2019 - Green Generation, 10.0 out of 10 based on 3 ratings

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*