“A volte si ha così tanta paura di morire, che ci si dimentica di vivere.”

(OMAR SY – Samuel, nel film “Famiglia all’improvviso – Istruzioni non incluse”)

Un laboratorio Street Art in Via Pasque Piemontesi

Lunedì 10 in Via Pasque Piemontesi, Mirafiori Nord, verrà installato un laboratorio un po’ inusuale.

Un gruppo di studenti del Liceo Artistico Cottini, prestigioso istituto della zona, realizzerà un dipinto utilizzando come supporto il muro che affaccia sul plesso scolastico di Via Collino. Una pittura murale.

Come nasce l’idea

L’abbrivio è stato dato da Co-city, un progetto della Comunità Europea, accolto dalla Città di Torino, che si propone di sostenere ed accompagnare gruppi di cittadini, i cosiddetti “cittadini attivi”, che intendono intervenire sui Beni Comuni (spazi pubblici, giardini, scuole) per un loro migliore utilizzo.

Approfittando di questa opportunità, un gruppo di cittadini del quartiere (i “Proponenti”), sotto la guida dell’associazione Sportidea, ha presentato una proposta che consiste in una serie di interventi con lo scopo ultimo di rivitalizzare le aree Via Pasque Piemontesi, il giardinetto di fronte alla rotonda di via Rubino ed il piccolo parco di via Gaidano 103. Il progetto è stata valutato con un ottimo punteggio dalla commissione preposta ed è attualmente in fase di discussione.

Tra le iniziative, una pittura murale che intende ravvivare il muro di Via Pasque Piemontesi che confina con il plesso scolastico, oggi deturpato da scarabocchi. Questa specifica attività avviene nell’ambito di un programma cittadino di interventi condotto da un Ufficio della Città, facente capo ad un apposito progetto denominato MurArte.

Gli studenti opereranno dal 10 giugno prossimo per 3-4 giorni, per dipingere una trentina di metri del muro. Collaborano anche i condomini proprietari del muro, che finanziano il progetto per quanto riguarda i materiali ed il risanamento del muro prima dell’intervento.

La realizzazione

Esaurite queste formalità possiamo parlare del workshop.

La realizzazione avverrà sotto la guida dell’insegnante professoressa Leccisotti e di due artisti professionisti, Berny Scursatone dell’Associazione Monkeys Evolution e Fijodor Benzo, (Ass. Il Cerchio e le Gocce).

Dice Berny, Presidente di Monkeys Evolution, una figura dall’aspetto…da artista: “Per il soggetto si è scelta una tematica spesso adottata nelle scuole superiori: il rapporto tra natura e città. Una tematica ampia che consente vari modi espressivi.

Il soggetto centrale è una donna, una specie di madre natura in chiave moderna. Gli altri soggetti saranno emblematici: grattacieli, alberi, fiori. Al momento sono elementi solo indicativi e nella fase finale potrebbe ancora aggiungersi o cambiare qualcosa.

Altri elementi ancora segneranno la commistione tra natura e città: ci saranno scimmie antropomorfe (sarà un marchio di fabbrica dell’associazione?). Come dire, ci siamo evoluti ma siamo sempre un po’ animali.

Ci sarà poi una rappresentazione dell’intervento delle biotecnologie. Tutte trasformazioni, ma senza la pretesa di giudicare bensì solo rappresentare. L’uomo modifica la natura ma non vogliamo decidere se sia in modo positivo o negativo.

Ancora: a destra e a sinistra della stringa due volti di donna rappresenteranno le muse del disegno; e la ragione per cui compaiono è che il gruppo di lavoro è costituito quasi esclusivamente da ragazze. Le muse sorvegliano il lavoro dall’inizio alla fine. Alfa e omega in chiave femminile”.

L’opera avrà una certa molteplicità dovuta al fatto che durante lo sviluppo ogni studente si è espresso sul tema a modo suo. Da lì gli artisti, Berny e Fjodor hanno montato una bozza selezionando quasi un soggetto per ogni studente. Non si è voluto scartare alcuna proposta.

Ci sarà molto altro, che Berny non vuole o non può anticipare. Ma forse sarà più intrigante cercare di scoprirlo. Infatti i cittadini del quartiere, studenti, genitori, insegnanti saranno informati di quanto sta accadendo, e potranno assistere alle varie fasi della lavorazione. Gli artisti stessi si faranno carico di intervenire nel prossimo anno scolastico presso l’Istituto Comprensivo di Via Collino per descrivere agli studenti modalità, strumenti, processi dell’intervento. Ci si propone anche di organizzare una inaugurazione ufficiale, al rientro a scuola dei ragazzi a settembre.

Tutti invitati.

Gianpaolo Nardi

gianpaolon@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.0/10 (2 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)
Un laboratorio Street Art in Via Pasque Piemontesi, 4.0 out of 10 based on 2 ratings

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*