Tutta la varietà, tutta la delizia, tutta la bellezza della vita è composta d’ombra e di luce.
(Lev Tolstoj)

Il “Salone dell’Orientamento” scolastico. Non sbagliare è meglio.

Per chi ha studiato qualche lustro fa non è facile orientarsi su come dare supporto ai propri figli durante le scelte per il loro futuro scolastico e, in fondo, di vita.

La scuola è cambiata ripetutamente nel corso degli ultimi anni: sono ora disponibili numerose nuove opportunità, dal Liceo scientifico con opzione Scienze Applicate, agli Istituti Tecnici a percorso triennale con possibilità di rientro per completare il quinquennio ed accedere all’università.  Per questi ultimi, già nel biennio 2018-2019 è entrata in vigore una riforma che ha rivisto profondamente gli indirizzi con l’inserimento di nuove discipline. Come si può vedere dal prospetto predisposto dal COSP – Centro di Orientamento Scolastico e Professionale della Città di Torino.

Il Salone dell’Orientamento, che si tiene a Torino al Palazzetto dello sport dal 21 al 23 novembre, offre a genitori (mettiamoci anche i nonni, che ormai svolgono qualche funzione non marginale) e ragazzi, uno strumento per ragionare concretamente e con l’aiuto di esperti sul loro futuro.

All’Ufficio Pio della Compagnia di S. Paolo è in corso un progetto di contrasto alla povertà educativa a cui partecipa come consulente l’Associazione “Il Nostro Pianeta” (www.ilnostropianeta.it) in accompagnamento ad un gruppo di studenti di terza media. “Il Salone offre molte opportunità” dice la consulente Sara Valperga” tuttavia è organizzato in stand in cui ciascuna scuola tende a presentare sé stessa e le proprie eccellenze; quindi è bene non disperdere il proprio tempo e dedicare l’attenzione a quelle in modo mirato di proprio interesse. In questi giorni, inoltre, sono in corso gli “open day” dei vari istituti: conviene approfittarne per valutare la scuola prescelta nel suo insieme”. Quindi anche il luogo fisico e un po’ tutto l’ambiente scolastico.

Aggiunge Paola Giani, Presidente dell’Associazione: “I primi due anni delle superiori sono molto critici in ogni indirizzo: nella prima classe degli istituti professionali non è fatta selezione tra studenti che hanno sviluppato le loro competenze e altri che hanno subito passivamente il tempo scuola. Questo significa che la promozione del successo formativo e la piena realizzazione del diritto ad apprendere restano obiettivi su cui é ancora necessario molto impegno, creatività e motivazione.”

Cosa troveranno al Salone dell’Orientamento le ragazze e i ragazzi che devono scegliere come proseguire gli studi dopo la terza media? Sarà possibile:

  • conoscere l’offerta scolastica e formativa presente sul territorio della città
  • raccogliere materiale sui percorsi di studio
  • incontrare docenti e studenti dei diversi istituti superiori e delle agenzie formative
  • confrontarsi con orientatori ed esperti.

Ci saranno inoltre vari incontri di approfondimento sui percorsi scolastici e formativi, le opportunità offerte dal sistema di istruzione e formazione professionale, le prospettive del mondo del lavoro. Per i genitori, psicologi e pedagogisti offriranno spunti di riflessione su come accompagnare i propri figli alla scelta e come accrescere la loro motivazione allo studio.

Per i ragazzi sono previsti inoltre laboratori per scoprire attraverso il gioco percorsi scolastici, mestieri e professioni.

Un commento di esperienza, se consentito: in un Paese a vocazione ancora largamente industriale, dove la concorrenza non si può più fare sui prezzi ma sulla qualità, è sulla formazione che si farà la differenza.

Anche se non riguarda le scuole secondarie, vale la pena di citare l’area dell’ Istruzione Tecnica Superiore, che costituisce forse la più innovativa delle opportunità:  gli Istituti Tecnici Superiori formano professionisti di alto livello nelle aree tecnologiche strategiche per lo sviluppo economico e la competitività, e rappresentano il segmento di formazione terziaria non universitaria in Italia.
Prendendo la forma di Fondazioni di partecipazione – che comprendono scuole, enti di formazione, imprese, università e centri di ricerca, enti locali – gli ITS mettono in comunicazione le aspirazioni individuali, le esigenze del territorio e il mondo produttivo, generando valore reale per tutti.

Ecco un prospetto piuttosto chiaro dei percorsi che offre la scuola italiana:

Il Salone dell’Orientamento si terrà al Palaruffini in Viale Bistolfi 10 a Torino nelle giornate:

  • giovedì 21 novembre 2019
    dalle 9.00 alle 14.00 ingresso riservato alle scuole
    dalle 14 alle 19 ingresso al pubblico
  • venerdì 22 novembre 2019 
    dalle 9.00 alle 14.00 ingresso riservato alle scuole
    dalle 14 alle 19 ingresso al pubblico
  • sabato 23 novembre 2019
    dalle 9 alle 18 ingresso al pubblico

Il programma dettagliato: http://www.comune.torino.it/torinogiovani/corsi/salone-dell-orientamento-2019-programma-degli-incontri

http://www.comune.torino.it/torinogiovani/formazione/salone-dell-orientamento

Il Salone dell’Orientamento è organizzato da COSP in collaborazione con Città Metropolitana di Torino. Il COSP è un servizio gratuito della Città di Torino per chi deve scegliere l’indirizzo di studi dopo la terza media e per chi deve riorganizzare il proprio percorso.

C.O.S.P. http://www.comune.torino.it/torinogiovani/formazione/cos-e-il-cosp

Telefono: 01101138750
Mail: cosp@comune.torino.it

Ultima segnalazione: sulle facilitazioni relative al diritto allo studio informarsi presso i CAF.

Gianpaolo Nardi

gianpaolon@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.5/10 (2 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +3 (from 3 votes)
Il "Salone dell'Orientamento" scolastico. Non sbagliare è meglio., 5.5 out of 10 based on 2 ratings

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*