“Lavora quando puoi e riposa quando devi”
Lailah Gifty Akita

Helmut Newton – Works

Sono 68 le fotografie di Elmut Newton esposte alla GAM dal 30 gennaio fino al 3 maggio 2020 e che inaugurano la stagione espositiva della Galleria torinese.

Quella alla GAM è la prima mostra del 2020 a omaggiare il fotografo tedesco a 100 anni dalla sua nascita, e anticipa una grande esposizione che aprirà a Berlino a cui sta lavorando al momento il curatore Matthias Harder.

Le foto sono una panoramica piuttosto vasta dell’opera del famosissimo fotografo e spaziano fra i ritratti di grandi personaggi come Andy Warhol, Gianni Agnelli, Paloma Picasso, Catherine Deneuve, Anita Ekberg, Claudia Schiffer e le fotografie destinate ai reportage di moda su grandi riviste come Vogue.

Di Newton si è detto che ha elevato la fotografia di moda ad arte, ma anche che ha permeato la sua opera di dosi di misoginia al limite dell’accettabilità.

In effetti le sue foto, perfette nella tecnica raffinata, luci e composizioni sono impeccabili, spesso colpiscono più che per il potere evocativo delle immagini, per il sottile disagio che l’artificiosità del femminile trasmette.

La mostra si articola in quattro sezioni che spaziano dagli anni 70 fino ai primi anni del 2000 offrendo al visitatore lo spaccato di un’epoca recente  che può apparire assai lontana per la levigatezza e l’eleganza dei soggetti in posa e che trasmettono l’idea di un gusto per la provocazione che non sembra più così trasgressivo.

GAM – GALLERIA CIVICA D’ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA – Via Magenta, 31 – 10128 Torino

tel. +39 011 4429518 – +39 011 4436907 email: gam@fondazionetorinomusei.it   www.gamtorino.it

Orari di apertura: da martedì a domenica: 10.00 – 18.00, lunedì chiuso. La biglietteria chiude un’ora prima.

Biglietti: Intero 10,00€ Ridotto 8,00€ Ingresso gratuito Abbonamento Musei e Torino Card.

Integrato mostra + museo 14,00€

 

Giulia Torri

giuliat@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*