“Lavora quando puoi e riposa quando devi”
Lailah Gifty Akita

Tanti eBook per tanta lettura a portata di click

In questi tempi di restrizioni una ciambella di salvataggio ci viene lanciata dal mondo della tecnologia, opportunità che si rivolge principalmente a coloro che non riescono a stare senza un libro da leggere: un’ampia offerta di eBook, opere in formato elettronico, è accessibile e scaricabile gratuitamente dal web su dispositivi come il tablet, il computer, meglio se sull’e-reader, il supporto che meglio si adatta alla lettura di questo genere di testi.

Il consiglio che Seneca riportava nelle Lettere a Lucilio di “procurarti ogni giorno un aiuto contro la povertà, contro la morte e, anche, contro le altre calamità”, includeva anche i libri, soprattutto i libri di “autori di valore riconosciuto”, aggiungendo poi che “se di tanto in tanto ti viene in mente di passare ad altri, ritorna poi ai primi”.

In questi giorni di forzata clausura, quindi, un valido aiuto proviene dal mercato editoriale e dalle generose iniziative che alcune case editrici hanno messo gratuitamente a disposizione degli internauti, fornendo loro l’opportunità di scaricare o leggere direttamente dal sito alcune pubblicazioni in catalogo.

Segnaliamo, in particolare, il sito Mangialibri <http://www.mangialibri.com/ioleggoacasa-qui-trovate-tutti-gli-ebook-gratis> dal quale sono fruibili alcune opere di narrativa, classiche e moderne,scaricabili nel formato che più si adatta al nostro dispositivo.

Un altro utile e, di questi tempi, indispensabile eBook accessibile gratuitamente dal web è il libro Coronavirus. Domande e risposte. Guida alla prevenzione appena pubblicato dalla Piccin: il testo, sintetico ed efficace nella sua forma FAQ (risposte alle domande che più frequentemente vengono poste sull’epidemia del coronavirus) riporta i consigli di prevenzione e di controllo del nuovo virus suggeriti da Wang Zhou, medico primario del Centro Wuhan per il controllo e la prevenzione delle malattie, scienziato dalla carriera coronata di riconoscimenti.

Ma volendo ascoltare il suggerimento di Seneca, andando alla ricerca di autori delle opere letterarie storicamente più significative e importanti, non si può non frequentare il sito della più grande biblioteca online, il Gutenberg Project noto con l’acronimo PG, l’ambiziosa raccolta avviata nel 1971 dall’informatico Michael Hart con lo slogan di “rompere le barriere dell’ignoranza e dell’analfabetismo” e che oggi vanta più di 60.000 opere in catalogo https://www.gutenberg.org/: non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Il Progetto Gutenberg è la più antica iniziativa del settore. I testi disponibili gratuitamente sono per la maggior parte di pubblico dominio, svincolati da copyright. Sono disponibili anche alcuni testi coperti da diritti, ma che hanno ottenuto dagli autori il permesso alla nuova forma di pubblicazione.

Sulla scia del PG sono state avviate analoghe iniziative nazionali ed europee. Tra queste, il nazionale Progetto Manuzio, una biblioteca digitale attiva dal 1993, accessibile dal sito: https://www.liberliber.it/online/aiuta/progetti/manuzio/ dove capolavori della letteratura, manuali, tesi di laurea, riviste e altri documenti in formato elettronico sono disponibili a costo zero, con accorgimenti tecnici tali da garantirne la fruibilità anche a non vedenti e altri portatori di handicap.

Infine, non possiamo tralasciare di ricordare la ghiotta opportunità offerta in questo periodo dalla piattaforma MLOL MediaLibraryOnLine: <https://www.medialibrary.it/home/cover.aspx>, che le Biblioteche civiche di Torino mettono a disposizione  – eccezionalmente anche per i non iscritti, compilando un modulo online dal sito – con il prestito di libri in formato eBook, un ricco catalogo di opere – anche novità editoriali – che si possono scaricare e leggere sul dispositivo personale per 14 giorni.

I libri in formato elettronico costituiscono una valida occasione di fruizione della lettura: con un solo click è possibile accedere e scaricare in pochi secondi una miriade di libri, capace di soddisfare il palato del più esigente Tsundoku, termine con cui i giapponesi identificano un compulsivo accumulatore di libri.

Uno dei vantaggi riconosciuti dall’eBook, infatti, è quello di poter conservare in un unico dispositivo di appena 170 grammi un’intera biblioteca, facilmente accessibile, fruibile in qualunque momento, anche fuori casa.

Certo, questo espediente non riuscirà a convincere i più fermi detrattori della tecnologia e amanti del libro di carta, del libro come oggetto in sé, forti del pensiero dello straordinario Umberto Eco, il quale sosteneva che “i libri da leggere non potranno mai essere sostituiti da alcun aggeggio elettronico”.

Ma anche se “il libro da leggere appartiene a quei miracoli di una tecnologia eterna di cui fan parte la ruota, il coltello, il cucchiaio, il martello, la pentola, la bicicletta”, per citare sempre Eco, vediamo oggi come l’invenzione ci aiuti a sostenere le lunghe ore di reclusione in casa.

E chissà che da questa quarantena, da questa orribile situazione, non potremmo uscirne tutti più saggi, più forti e più preziosi.

Loredana Pilati

loredanap@vicino.to.it

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (2 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +5 (from 5 votes)
Tanti eBook per tanta lettura a portata di click, 10.0 out of 10 based on 2 ratings

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*