“Non sapendo quando l’alba arriverà, tengo aperta ogni porta.” Emily Dickinson

Il luogo del cuore, dopo… Racconto 3° Classificato

Conosciamo l’autrice: Pia Martino
1. Parla un po’ di te ai lettori di Vicini                                                                       

Sono un’ex insegnante in pensione. Amo il ballo, la lettura, i viaggi.
Scrivo poco, ma quando accade è perché il tema sa stimolarmi e
toccare le corde più profonde.

2. Cosa ti ha spinto a scegliere proprio quel luogo del cuore?

New York è stato il sogno di sempre e che ho potuto realizzare solo
all’età di 67 anni… N.Y, il nuovo mondo, l’America, tanto
lontana e tanto vicina. Bella, accogliente, estrosa e….
semplice nella sua grandezza.

 

 

 

Mi affretterò a realizzare un solo desiderio prima che le forze diminuiscano, tanto quel che è fatto è fatto e non ho più il tempo per aggiustare le cose storte…
Vorrei tornare a New York. E’ l’unica città che al solo pensiero mi provoca emozione. Si presentò subito bella, elegante, frettolosa, accogliente. Un fiume di gente che scorre senza intoppi, che non si scompone di fronte alle improvvise e, a volte, eccessive esibizioni. A N.Y, niente fa scandalo, tutto è possibile purché non si turbi l’ordine pubblico. La visione più bella che l’albergo mi regalò per una settimana: ogni notte, aprire la finestra e vedere i due grattacieli più belli di New York, quali l ’Empire e il Chrysler illuminati e in più una stella tra loro(forse il pianeta Giove), fu il colmo! In Puglia, ovvero al mio paese, di fronte a una grande cosa bella o brutta, ma inaspettata si esclama così: n’ aut po’ morivo!

La Redazione

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +4 (from 4 votes)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*