“La speranza ha due bellissimi figli: lo sdegno e il coraggio. Lo sdegno per la realtà delle cose; il coraggio per cambiarle.” SANT’AGOSTINO

Riapertura scuole: intervista a uno studente del Politecnico di Torino

Riportiamo di seguito l’intervista a uno studente del Politecnico di Torino.

Quale corso di Laurea stai seguendo?

Adesso sto seguendo Ingegneria Meccanica ma ho cambiato quest’estate, prima seguivo Ingegneria Fisica.

Come è iniziata la didattica quest’anno?

Il problema è stato che non ho potuto iniziare le lezioni il 27 di settembre come gli altri perché ho avuto dei problemi con il trasferimento interno. L’ostacolo più grande è stato non poter andare in segreteria a parlare con qualcuno perché le segreterie sono chiuse al pubblico; l’unico modo che avevo per comunicare con loro era mandare dei ticket ma dal momento che tutti dovevano mandare dei ticket, questo canale era eccessivamente sovraffollato. Inoltre due settimane, forse tre, le ho perse perché c’è stato un problema informatico proprio nell’ultimo passaggio che mi iscriveva al corso di Ingegneria Meccanica. In poche parole, ho iniziato solo la scorsa settimana a seguire i corsi.

E hai iniziato online?

Sì. Le tre/quatto settimane prima ho provato a seguire le video lezioni registrate gli anni scorsi perché il Politecnico registra quasi tutti i corsi.

Questo da sempre o solo dall’emergenza covid?

Le registrazioni più vecchie sono del 2015. Il problema è che le lezioni che ho seguito prima di iscrivermi erano di anni passati e quindi qualcosa ora è cambiato, soprattutto il docente. Perciò quando ho cominciato a seguire le lezioni di quest’anno, ho dovuto ricominciare un po’ da capo.

Che tu sappia, quelli che hanno iniziato il 27 settembre hanno iniziato in presenza o a distanza?

Ho visto che le video lezioni di alcuni corsi sono state registrate in aula e c’erano una cinquantina di studenti in presenza, mentre quelle dello scorso semestre erano state registrate direttamente dagli uffici o dalle case dei professori.

Quindi si è adottata la soluzione di “prenotare” i posti in aula per chi desidera fruire della lezione in presenza e nel contempo registrare la lezione per chi vuole seguire da casa?

Esatto, c’è una pagina in cui ci si prenota.

Tutti i corsi hanno la doppia opzione?

No. Ad esempio in un altro corso che sto seguendo, tutti e tre i docenti del corso fanno lezione da casa loro.

Per adesso come ti stai trovando con le lezioni online?

Funzionano abbastanza bene, solo che i professori ci mettono un po’ a caricarle. I docenti le registrano con un programma che si chiama BigBlueButton che è abbastanza interessante. Finita la video lezione la caricano ed è in un formato un po’ particolare: è come una video lezione ma puoi anche metterlo a una velocità maggiorata per saltare le pause o andare più veloce in certi punti che ti sono chiari. Per le prime 72 ore mi sembra che quest’opzione non ci sia, si aggiunge dopo. Ci sono stati dei problemi con l’audio nelle prime lezioni ma ora hanno risolto.

Le video-lezioni sono in streaming o solo registrate?

Sono in live. Lo scorso semestre mi è capitato di avere un professore che registrasse solo perché c’erano molti problemi di connessione ed audio nel live. Da quello che ho potuto vedere fino ad adesso, i problemi come questo sono stati risolti e tutti i professori fanno lezioni live.

Hai notato un cambiamento di modalità nelle lezioni rispetto all’anno scorso? I professori hanno “affinato la loro tecnica” per quanto riguarda le lezioni online?

Diciamo che c’è stata un po’ una crescita dal punto di vista tecnologico. All’inizio della didattica online, l’anno scorso, tutte le prime lezioni hanno avuto dei problemi: per le prime settimane le lezioni invece che durare tre ore ne duravano una sola perché cadeva la connessione e i professori non riuscivano più a riaprire la riunione. Invece adesso sembra che questi problemi siano stai risolti in toto.
La modalità della video lezione dipende, perché comunque per molti professori queste sono le prime video lezioni dal momento che il loro corso si svolge nel primo semestre che l’anno scorso non è stato interessato dalla didattica a distanza. Comunque vedo che i professori si sono applicati: ad esempio tengono d’occhio la chat che si trova all’interno della video lezione e rispondono alle domande.

Tu preferiresti seguire in presenza?

Sì, credo che molti lo preferirebbero; diciamo che seguire una video lezione ti sprona molto meno ad essere puntuale con i tuoi programmi: dal momento che hai la lezione videoregistrata non sei obbligato a svegliarti a una data ora per seguirla. Di positivo nelle lezioni registrate c’è scuramente l’opzione di poter velocizzare la lezione o ad esempio stoppare la lezione per prendere appunti. Ci sono dei lati positivi anche nell’online ma dal seguire in presenza è comunque un’altra cosa.

Vi hanno detto come si svolgeranno gli esami?

No, sono stati molto vaghi al riguardo, bisogna vedere in base allo sviluppo delle regolamentazioni anti-covid.

Pensi che in termini di contenimento del contagio, sia utile tenere chiusa l’università, rispetto agli altri gradi di scuola ad esempio?

Sì penso di sì. E’ tutto un fattore di responsabilità: un ragazzo di vent’anni che segue l’università è più responsabile di uno di dieci che deve seguire le lezioni online. Poi diciamo che sono un po’ più fatti tuoi se non segui i corsi all’università mentre se il bambino non riesce ad andare a scuola o seguire le lezioni, la responsabilità è di qualcun altro.

Quanti siete nel vostro corso di Laurea?

Noi siamo circa 300.

Diventa difficile trovare un’aula per contenere tutti questi studenti rispettando le distanze.

Sì. Diciamo che più che le aule, il problema sono i corridoi e la calca davanti alla porta del corso. C’è sicuramente un modo per evitare la cosa ma forse è meglio evitare il rischio anche perché, come ho potuto vedere, le lezioni online sono più che sufficienti. Diciamo che è un male necessario ma non è troppo grave per noi dell’università.

In generale cosa hai notato funzionare bene nonostante la distanza e cosa invece avrebbe bisogno di essere migliorato?

Sicuramente ho riscontrato un problema all’inizio, riguardo al passaggio a Ingegneria Meccanica; questa problematica è abbastanza peculiare ma in realtà credo che molti abbiano avuto problemi di questo tipo perché, mancando la segreteria, anche tutti i nuovi studenti che arrivano dal liceo e non sanno dove sbattere la testa. Sicuramente il servizio di ticketing ha fatto quello che poteva ma non è riuscito a colmare la lacuna del fatto di non poter parlare con gli studenti. Questa devo dire che è l’unica grande lacuna, anche se mi rendo conto che fosse una situazione davvero difficile da gestire.
Per i pro invece posso dire che in realtà le lezioni sono più che sufficienti; hai sicuramente più responsabilità tu perché ti senti meno obbligato a seguirle in live ma diciamo che gli strumenti per farlo te li danno.

 

Chiara Lionello

chiaral@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*