“L’uomo non sa accettare la vita nel suo nocciolo di casualità e di attesa. Paradossalmente vuole tutto e subito, ma arriva tardi o nel momento sbagliato.”
(Dino Buzzati)

Discendenze imbarazzanti

Le famiglie regnanti hanno un sacco di grattacapi! Tanto quanto le vecchie generazioni riuscivano, complice forse l’assenza di informazione, a lavare più o meno i panni sporchi in famiglia e a mantenere un certo decoro agli occhi del mondo. O sarà che man mano che i tempi cambiano il sangue fa come il vino e va un po’ in aceto, ma i nuovi rampolli fanno fatica a mantenere quel po’ di dignità necessaria a non farsi deridere dall’universo mondo.

Inevitabilmente si fanno dei paragoni nostrani, per carità, poco sangue blu a inacidirsi, ma un po’ di arrugginimenti sui blasoni si vedono anche da noi. Tacitati i reali casalinghi ormai da un po’, non ci rimaneva, come rappresentativa dell’orgoglio sabaudo, la sfilacciata progenie della ex miracolata casa automobilistica nostrana. Visti con un po’ di sospetto e totale mancanza di affetto, i discendenti vagavano in un indistinto qua e là che benevolmente si cercava di ignorare.

Ma la carne è debole e il portafoglio di più e i nostri hanno deciso di rompere gli indugi e manifestarsi agli occhi del mondo nel modo più spettacolare: cioè facendosi spernacchiare urbi et orbi e riuscendo, con rara maestria, nel miracoloso intento di mettere d’accordo tutti, ma proprio tutti.

Il che non è poco.

Giulia Torri

giuliat@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.5/10 (2 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +3 (from 3 votes)
Discendenze imbarazzanti, 5.5 out of 10 based on 2 ratings

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*