In Olanda hanno inventato la birra per cani. Metà del mondo muore di fame, l’altra metà inventa minchiate!
Luciana Littizzetto

Un maggio dei libri tra biblioteche e letture in città

Il Maggio dei Libri è una campagna nazionale nata nel 2011 con l’obiettivo di sottolineare il valore sociale dei libri quale elemento chiave della crescita personale, culturale e civile, invita a portare i libri e la lettura anche in contesti diversi da quelli tradizionali, per intercettare coloro che solitamente non leggono ma che possono essere incuriositi se stimolati nel modo giusto.

La nostra città si inserisce a pieno titolo in questa manifestazione con una serie di iniziative e attività avviate per promuovere la lettura, raggiungendo capillarmente i vari quartieri torinesi.

Si parte dall’ampliamento delle fasce di apertura delle Biblioteche Civiche – dalla Biblioteca Centrale a quelle di Circoscrizione – che rende così i servizi più facilmente accessibili da parte dei cittadini, offrendo loro l’opportunità di tornare a studiare nelle sale di lettura e di fruire del prestito dei libri.

La Civica Centrale e le Biblioteche Primo Levi, Don Lorenzo Milani e Cesare Pavese riaprono al pubblico su prenotazione le proprie sale di lettura e a scaffalatura aperta, consentendo così la selezione in autonomia dei libri preferiti e un graduale ritorno alla fruizione diretta di spazi e servizi.

Naturalmente, l’accesso e la permanenza nelle sedi sono regolati dalle norme dettate dall’emergenza sanitaria Covid19, possibili esclusivamente nel rispetto delle misure di prevenzione vigenti.

La prenotazione per l’ingresso in biblioteca può essere effettuata secondo le seguenti modalità: utilizzando il servizio TorinoFacile della Città di Torino, accessibile da cellulare o da pc, registrandosi tramite SMS oppure utilizzando le credenziali Spid, Cie, TorinoFacile o il Certificato Digitale; prenotando telefonicamente ai numeri delle biblioteche d’interesse oppure dal sito https://www.bct.comune.torino.it .

Nel quartiere Pozzo Strada e nella Circoscrizione 3 è stato avviato, inoltre, il progetto Community Libraries del XXI secolo a Torino per l’attività di Biblioteca diffusa, una proposta sostenuta dalla Direzione Creatività Contemporanea del MIC, Ministero della Cultura, nell’ambito del bando Cultura Futuro Urbano – Biblioteca Casa di Quartiere, con percorsi di coinvolgimento della comunità con le associazioni culturali e di promozione sociale del territorio.Il progetto si avvale della collaborazione della Casa di Quartiere Cascina Roccafranca, della Fondazione Merz, della Circoscrizione 3 e di TorinoReteLibri Piemonte, la rete delle Biblioteche scolastiche di Torino e del Piemonte, per favorire lo sviluppo sociale e culturale tramite azioni di rigenerazione urbana che interessino persone di età, cultura e background differenti, con incontri e attività collettive che coinvolgano le comunità territoriali in processi partecipativi, valorizzando le reti già esistenti e utilizzando una metodologia che promuova percorsi virtuosi di cittadinanza attiva.

Fino al 17 giugno sono state organizzate soste aggiuntive del Bibliobus presso la Biblioteca civica Luigi Carluccio, in via Monte Ortigara 97, ogni giovedì dalle ore 10:30 alle 18:30. Dal 19 marzo al 25 giugno, il venerdì dalle ore 14:30 alle 18:30, a settimane alterne, è inoltre attivo un nuovo punto di sosta in Piazzale Chiribiri, di fronte alla Fondazione Merz, per invitare i cittadini a scoprirne le collezioni d’arte. Sono in programma anche percorsi di avvicinamento alle nuove tecnologie e alla Biblioteca digitale delle Biblioteche civiche torinesi.

Da maggio prende avvio una rassegna di eventi e iniziative culturali diffuse sul territorio e online, realizzata grazie al contributo di varie realtà della Circoscrizione 3, per arricchire le opportunità di collaborazione con le Biblioteche civiche torinesi. Il programma in costante evoluzione è consultabile sul sito delle Biblioteche civiche torinesi www.bct.comune.torino.it e su quello di Cascina Roccafranca www.cascinaroccafranca.it.

Il calendario delle iniziative è arricchito da incontri di riflessione e di confronto sul futuro delle biblioteche di quartiere a Torino: azioni e visioni di un servizio di prossimità, in programma venerdì 14 maggio dalle 10 alle 12.30, è incentrato sull’esperienza, le proposte, la vitalità e gli impatti delle biblioteche di quartiere di tre città metropolitane, Torino, Milano e Bologna, utili per disegnare il profilo futuro delle Biblioteche civiche torinesi. Il programma completo e le modalità di iscrizione sono consultabili al seguente link: https://bct.comune.torino.it/programmi-progetti/progetto/community-libraries.

I risultati delle interviste realizzate con i diversi interlocutori del territorio (utenti delle biblioteche, politici, bibliotecari, amministratori locali, operatori sociali, librai) e del questionario online che verrà somministrato nelle prossime settimane, verranno diffusi a partire da luglio 2021.

Le interviste andranno a integrare quella che è stata la più vasta indagine mai realizzata sul territorio nazionale – “la biblioteca per te” – presentata nella Giornata Internazionale del Libro e del Diritto d’Autore. La ricerca ha esaminato il ruolo delle biblioteche di pubblica lettura nella vita delle persone sia a livello culturale che sociale. Dai settantamila questionari raccolti dal progetto nazionale Rete delle Reti è emersa, così, la conferma che le biblioteche civiche sono amate e rappresentano uno straordinario volano per far crescere socialmente e culturalmente il nostro Paese.

Loredana Pilati

loredanap@vicini.to.it

 

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*