Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi

quando ognuno di Noi decide di migliorare se stesso”

(Gandhi)

Tre film sull’invecchiamento attivo

Ai MagazziniOz, Via Giolitti 19/A, a Torino, La Casa di Non Riposo in collaborazione con l’Associazione Museo Nazionale del Cinema (AMNC) organizzano Il posto delle fragole, una rassegna cinematografica all’aperto dedicata all’invecchiamento attivo.

Si tratta di  tre appuntamenti, ogni lunedì sera alle 21,30, dal 5 al 19 luglio, ingresso unico 7,00 Euro. Le proiezioni avvengono nel rispetto delle norme anti Covid-19. Il primo appuntamento in programma lunedì 5 luglio prevede la programmazione di Tutto quello che vuoi di Francesco Bruni che racconta l’amicizia tra un anziano poeta interpretato da Giuliano Montaldo (regista tra gli altri di Sacco e Vanzetti, Giordano Bruno e L’Agnese va a morire) e il giovane Alessandro interpretato da Andrea Carpenzano (Il campione e La terra dell’abbastanza). “La scelta per questa piccola rassegna che si terrà nella splendida cornice dei MagazziniOz – dichiarano i responsabili della Casa di Non Riposo – è ricaduta su tre film che in modo diverso raccontano degli aspetti della vita delle persone dopo il pensionamento.”

Il messaggio della seconda proiezione,  E se vivessimo tutti insieme? di Stéphane Robelin è: chi l’ha detto che a una certa età non resta che farsi da parte? Cinque amici ultrasessantenni decidono di sperimentare nuove relazioni e convivenze.

Ella&John di Paolo Virzì, invece, affronta il delicato tema della malattia e del ribaltamento dei ruoli genitori-figli a un certo punto della vita.

La Casa di Non Riposo è un’associazione che si prefigge l’obiettivo di cambiare radicalmente la visione dei cosiddetti “pensionati” all’interno della società, ridando dignità alle persone che non ci stanno a essere messe da parte, ma intendono continuare o tornare a sentirsi utili. I due pilastri su cui si fondano le attività dell’associazione sono proprio l’utilità e l’inclusione sociale. La Casa di Non Riposo è una realtà appena nata e la rassegna cinematografica rappresenta la prima attività pubblica organizzata grazie alla preziosa collaborazione con CasaOz e i MagazziniOz. Nel futuro la Casa di Non Riposo vuole diventare un luogo di incontro e contaminazione tra le diverse generazioni. L’Associazione sta progettando corsi di formazione bidirezionali, in cui generazioni distinte si metteranno a disposizione per insegnare alle altre le proprie competenze, dal banking online alla passata di pomodoro come la fa la nonna, fino alle attività sportive. L’Associazione ha preso ispirazione da una frase di Ray Bradbury in Cronache Marziane: “Quando sei vecchio, hai bisogno di cose diverse. I giovani si annoiano a parlare con te, e tu ti annoi a parlare con gli altri vecchi. E così mi sono detto che la cosa migliore era trovare un posto nuovo, un posto in cui bastava spalancare gli occhi per godersi la vita”. La Casa di Non Riposo vuole essere questo posto nuovo.

Per maggiori info: ciao@casadinonriposo.org

 

Anna Scotton

annas@vicini.to.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 1.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)
Tre film sull'invecchiamento attivo, 1.0 out of 10 based on 1 rating

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*