Quando la libertà arriva con le mani sporche di sangue è difficile stringerle la mano.”
(Oscar Wilde)

Anni: 20

Tedacà festeggia i suoi 20 anni

È con uno spettacolo dal vivo in cui sono protagonisti teatro, danza e musica che Tedacà festeggia i suoi venti anni di attività: a Bellarte (via Bellardi 116, Torino) arriva Anni: 20, cena-spettacolo in programma il 7, 8, 9, 14 e 15 aprile.

Anni: 20 racconta con ironia e con linguaggi diversi la storia della compagnia: nella sera in cui l’associazione sta festeggiando il suo ventesimo compleanno, il direttore artistico di Tedacà, Simone Schinocca, sta preparando il suo discorso di celebrazione. Nello stesso momento, ma cento anni prima, il signor Bruno sta attendendo un impresario, chiamato per rilanciare la sua locanda, dopo un periodo di difficoltà. I due protagonisti sono nello stesso luogo ma in due anni differenti: Simone è nel 2022 mentre Bruno è nel 1922. Per uno strano gioco del destino, le due linee temporali si incrociano e Simone si ritrova nella locanda di Bruno che, fin da subito, lo scambia per l’impresario.

Dopo un iniziale sgomento, il direttore artistico si convince di essere protagonista di un sogno, oppure vittima di uno burla, allora si lascia trasportare da quanto sta succedendo. La locanda, chiamata Bellavia, è popolata da una serie di personaggi singolari, ciascuno con una sua bellezza interiore. Oltre a Bruno, un idealista affossato dai debiti, Simone conosce Cloris, una veggente perennemente ubriaca che predice il futuro con straordinaria precisione, ma non viene creduta da nessuno; Iris, pittrice spodestata dal suo atelier, interessata alle energie che si instaurano fra le persone; Lucille Manon, cantante bipolare ma dal grande talento; Giacomino, un dandy poco sicuro di sé ma sempre innamorato; Jane, una barista determinata che ha lavorato al circo, ed Elvira, insegnante in pensione che parla per metafore e citazioni. Presto il direttore artistico si rende conto di quanto la locanda sia simile al suo “teatro di provenienza”, un luogo popolato da diversi personaggi che, in momenti di difficoltà, si uniscono per un ideale comune. Così, durante questo viaggio, rivive mentalmente alcune tappe del percorso di Tedacà. L’epilogo svela ai personaggi il gap temporale, ma ciascuno avrà appreso dall’altro la forza di continuare a impegnarsi, nel proprio periodo d’appartenenza.

L’associazione ha voluto giocare con il numero venti, proiettando alcune parti della propria storia in un contesto differente. Per l’occasione, il Teatro Bellarte si trasforma, con un allestimento site specific, in un Cafè Chantant, con scenografie e costumi che richiamano quel periodo storico. In teatro ci sarà inoltre un pianoforte che accompagnerà lo spettacolo con alcuni interventi musicali.

Lo spettacolo è corale, diretto da Simone Schinocca, interpretato da Francesca Bovolenta,
Giulia Guida, Marco Musarella, Michela Paleologo, Valeria Pugliese, Valentina Renna, Simone Schinocca, Andrea Semestrali e Viviana Stizzolo
. Le musiche dal vivo sono suonate da Daniela Taglioni, mentre le coreografie, curate da Bqb, sono danzate da Matilde Fiorello, Arianna Di Flora, Elisa Ferraro, Fabiana Mangione, Simone Zanetti, Francesca Scata e Debora Valvason.

Un po’ di storia:

Tedacà nasce nel 2002 dall’idea di un attore (Simone Schinocca), una ballerina (Simona Maggi) e una cantante (Isabella Derosa). Il nome della compagnia deriva dall’acronimo delle tre parole teatro, danza e canto. Ciò pone fin da subito l’accento su una volontà multilinguistica dell’associazione.

In ambito organizzativo, l’associazione ha iniziato a impegnarsi dal 2006, quando la Quarta Circoscrizione della Città di Torino ha indetto un tavolo di lavoro per la gestione di un nuovo spazio, ricavato da un ex fabbrica tessile, situato in via Bellardi 116 (Zona Parella).

Tedacà se lo aggiudica e chiama lo spazio Bellarte, nome che indica l’intenzione di creare un centro artistico accessibile alla cittadinanza, in un territorio periferico e densamente abitato ma con pochi luoghi di fruizione culturale.

Fin dal primo anno, Tedacà ha organizzato presso Bellarte una stagione multi artistica che ospita compagnie locali e nazionali, diventando inoltre spazio di fruizione per alcuni eventi importanti della città, quali “Pagella Non Solo Rock”, “Torino Spiritualità”, “Salone Internazionale del Libro”.

La serata inizia alle 20.30, il biglietto per cena e spettacolo è di 30 €. Per prenotazioni il pubblico può contattare il numero cellulare 331.3910441 (da lunedì a venerdì, dalle 15 alle 18), scrivere a biglietteria@fertiliterreniteatro.com e visitare il sito www.fertiliterreniteatro.com.
Anni: 20 è inserito nel calendario della stagione Over the Rainbow di Fertili Terreni Teatro.

Giulia Torri

giuliat@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*