“è meglio aggiungere vita ai giorni, che non giorni alla vita”

(Rita Levi Montalcini)

Varato il Manifesto delle Case del Quartiere

Assemblea delle CaseLe Case del Quartiere sono nate in tempi diversi, con scopi e peculiarità diverse. Nel 2012 si è costituita la Rete delle Case: rimanevano diversità e individualità, ma si identificava un denominatore comune.

Questa concordanza di obiettivi viene ora sancita da un documento. Nasce, dopo una gestazione di 9 mesi, il Manifesto delle Case, con l’intento di definire un soggetto autonomo. L’idea è che la Rete potrebbe sfociare in un’associazione di 2° livello, ma al momento sono previsti solo pochi organi interni per fornire:

  • Rappresentanza verso cittadini e Associazioni
  • Essere soggetto rappresentativo nei confronti delle istituzioni
  • Garantire comunicazione e formazione

Finora, dice l’assessore Ilda Curti responsabile e forte sostenitore delle Case, quando ci chiedevano cosa siano le Case riuscivamo a rispondere solo in negativo: non centri di accoglienza, non luoghi di ritrovo per anziani o giovani, non sede di eventi. Tutto questo, ma anche focus di capacità, aggregazione, cultura, prossimità.

Una comune identità che viene descritta nel Manifesto che le Associazioni partecipanti sono state chiamate a commentare e criticare nella work session di sabato 23 presso il Cecchi Point. Divisi in gruppi, gli intervenuti hanno potuto esercitare un esempio di partecipazione per fornire un loro contributo alla comprensione del “fare cose in comune”.

Ecco cosa sono le Case del Quartiere secondo il Manifesto

  • 1. LUOGHI APERTI A TUTTI I CITTADINI
  • 2. SPAZI DI PARTECIPAZIONE ATTIVA
  • 3. LUOGHI ACCESSIBILI, ACCOGLIENTI E GENERATIVI DI INCONTRI
  • 4. SPAZI DI TUTTI MA SEDE ESCLUSIVA DI NESSUNO
  • 5. CONTENITORI DI MOLTEPLICI PROGETTUALITÀ
  • 6. GLI OPERATORI: COMPETENTI ARTIGIANI SOCIALI
  • 7. LUOGHI INTERMEDI FRA IL PUBBLICO E IL PRIVATO
  • 8. SPAZI ALLA RICERCA DEL GIUSTO RAPPORTO TRA AUTONOMIA ECONOMICA E SOSTEGNO PUBBLICO
  • 9. LUOGHI RADICATI NEL TERRITORIO
  • 10. STRUTTURE CON UNA PROPRIA FORMA DI GOVERNCE

Impossibile replicare tutto il testo qui, ma le declaratorie sono sufficientemente esplicative. Rimandiamo al sito www.casedelquartieretorino.org per apprezzare il lavoro di preparazione. E per eventuali commenti.

Da parte nostra abbiamo suggerito di assicurare che le molte progettualità sviluppate nelle varie Case abbiano adeguata diffusione: anche a questo serve il nostro giornale.

Gianpaolo Nardi

gianpaolon@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)
Varato il Manifesto delle Case del Quartiere, 7.0 out of 10 based on 1 rating

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*