“Quando la libertà arriva con le mani sporche di sangue è difficile stringerle la mano.”
(Oscar Wilde)

Il David di Donatello parla anche torinese.

Migliore regista esordiente Laura Samani del TorinoFilmLab

Nella serata di martedì 3 maggio, durante la cerimonia di premiazione della 67ª edizione dei David di Donatello, tenutasi negli studi di Cinecittà a Roma sono stati annunciati i vincitori 2022 delle varie categorie.

Due giovani registe i cui film sono stati entrambi sviluppati all’interno del TorinoFilmLab – lab del Museo Nazionale del Cinema che forma e sostiene talenti dell’industria audiovisiva internazionale – hanno concorso all’interno della categoria “Miglior esordio alla regia” e ad aggiudicarsi il prestigioso riconoscimento è stata Laura Samani con Piccolo Corpo, la giovane regista triestina classe 1989 ha partecipato due anni consecutivamente ai programmi TorinoFilmLab, prima a ScriptLab nel 2017 e poi a FeatureLab nel 2018 aggiudicandosi anche il premio Production Award di 40.000 €, assegnato da una giuria di professionisti internazionali.

Il film è stato presentato in anteprima lo scorso anno nella cornice della 60a Semaine de la Critique di Cannes 2021. L’esordio di Laura Samani – prodotto da Nefertiti Film con Rai Cinema, in coproduzione con Tomsa Film (Francia) e Vertigo (Slovenia) – è un viaggio interiore, dalla realtà alla trascendenza, di una madre alla ricerca della degna sepoltura per il proprio figlio nato morto, nel Friuli di inizio ‘800.

Il TorinoFilmLab è promosso dal Museo Nazionale del Cinema con il supporto di MiC – Ministero della Cultura, Regione Piemonte, Città di Torino e Creative Europe – Programma MEDIA dell’Unione Europea.

Anna SCOTTON

annas@vicini.to.it

 

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)
Il David di Donatello parla anche torinese., 10.0 out of 10 based on 1 rating

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*