“Non vi rassegnate al mondo di oggi dove ancora molte persone muoiono di fame e di miserie e dove predomina la violenza omicida della guerra” 
(mons. Cesare Nosiglia)

Study Outside

Un’iniziativa nel segno della sostenibilità quella che ha dato vita al concorso di idee per la progettazione di aree studio all’aperto lanciato da EDISU Piemonte : spazi attrezzati per lo studio , agili, modulabili e rispettosi dell’ambiente , energia pulita generata da pannelli fotovoltaici, materiali sostenibili.

Innovazione e creatività, questo il fil rouge che ha accomunato tutti i progetti pervenuti nell’ambito del concorso di idee “Study Outside”, bandito durante lo scorso mese di settembre da Edisu Piemonte, con il supporto tecnico di Environment Park, al fine di individuare soluzioni sostenibili, all’avanguardia e pratiche per realizzare spazi studio da realizzare in luoghi all’aperto, come parchi, piazze, giardini e qualsiasi area pubblica e privata adatta ad ospitarli.

La commissione di valutazione delle opere in concorso, presieduta dall’Architetto Giorgio De Ferrari, era composta dagli ingegneri Lorenzo Rolle e Claudio Borsello e dagli Architetti Stefano Dotta e Mauro Meneghetti. I progetti pervenuti sono stati in totale dieci e sono arrivati da regioni italiane diverse come Toscana, Abruzzo, Lombardia, Sicilia, Lazio e naturalmente Piemonte.

La commissione si è espressa in base alla qualità complessiva delle proposte, sia in relazione all’originalità, che alla soluzione architettonica, in funzione della disposizione dei piani e delle sedute; alla fattibilità tecnico-economica, sia dal punto di vista costruttivo che degli elementi impiantistici; fondamentali gli aspetti innovativi  dell’intervento,  quindi la sostenibilità  ambientale  dei  materiali  e le sue componenti tecnologiche. È stata inoltre valutata l’ottimizzazione dello spazio, ovvero il numero di posti a sedere disponibili per gli studenti in base ai metri quadrati utilizzabili.

Altro aspetto importante,  il peso contenuto della struttura e la sua facilità di montaggio, smontaggio, imballaggio e trasporto, oltre alle scelte progettuali per garantire la sicurezza contro i furti, oltre all’inserimento di adeguati sistemi oscuranti fissi e/o mobili, in grado di garantire l’utilizzo delle pensiline in qualsiasi ora del giorno. Tutte le opere hanno dovuto rispettare i seguenti principi: creatività, originalità, fattibilità tecnologica e replicabilità.

Tutti i progetti pervenuti verranno esposti da lunedì 24 gennaio al 4 marzo 2022 all’interno della sala studio e Ristoreria River Canteen dei Murazzi, nel lungo Po a Torino. L’accesso sarà consentito esclusivamente previa esibizione del green pass rafforzato e sarà possibile visitare l’esposizione degli elaborati esclusivamente dalle 9.00 alle 20.00.

I Prossimi step di Study Outside

Dall’ideazione alla realizzazione: nel prossimo mese di maggio 2022 verrà affidato l’incarico di progettazione esecutiva per sviluppare il lavoro vincitore. Sono già stati stanziati 700 mila euro per la realizzazione delle opere che, si presume, possano essere realizzate ed installate nel mese di Novembre 2022.

Il Presidente di Edisu Piemonte Alessandro Ciro Sciretti: “tutelare il diritto allo studio significa anche trovare soluzioni sostenibili, creative ed efficaci per superare criticità come quelle che negli ultimi due anni ci siamo trovati a gestire: offrire luoghi adatti e sicuri per lo studio al tempo del covid. Ma non solo: attraverso il concorso Study Outside e la prossima realizzazione dei prototipi vogliamo poter offrire – alle città e ai territori dove sono attivi corsi universitari – la possibilità di riqualificare e rivitalizzare piazze e aree verdi in disuso, attraverso la presenza delle studentesse e degli studenti universitari, che garantirebbero un presidio naturale  e nuova vivacità socio-culturale per quei luoghi”.

Siamo d’accordo con il Presidente Sciretti che la presenza dei  giovani che studiano e si relazionano tra loro , che trasmettono l’energia che li caratterizza. è certamente uno dei modi migliori per abbellire la nostra città.

 

Maria Cristina Bozzo

cristinab@vicini.to.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*