“La pace non è un sogno: può diventare realtà; ma per custodirla bisogna essere capaci di sognare.”
(Nelson Mandela)

Lavorare meno, lavorare tutti

Il 18 scorso Cascina Roccafranca ha ospitato una tavola rotonda con il Senatore Andrea Giorgis organizzata da alcune realtà associative tra quelle che animano la Cascina con attività culturali, sportive e di welfare sociale. Giorgis, oltre ad essere stato eletto nella Circoscrizione elettorale Piemonte 1, Torino Città, pertanto molto legato a questo territorio, è anche un alto dirigente del PD.

Tra le molte istanze discusse, una è sembrata riscuotere l’interesse dei presenti: l’ipotesi di rilanciare lo slogan “lavorare meno, lavorare tutti”. Un mantra che appartenne alla sinistra-sinistra negli anni 70, ma che sembra improvvisamente attendibile al tempo del governo di destra-destra.

Di fatto, il mondo del lavoro è molto cambiato, molte attività vengono svolte in smart work, migliorando, la produttività, almeno per quanto è dato sapere. E’ possibile? Avevamo già il caso di Intesa Sanpaolo che ha proposto di lavorare 4 giorni, con lo stipendio di 5, portando le ore lavorate da 37,5 a 36, con quattro giornate lavorative di nove ore. La formula, nei contratti degli istituti di credito, esisteva già dal 2012 ed era comunemente indicata come “4×9” (che ricorda il “4 for 5” di molte aziende USA). La novità sta nel volerla applicare a un alto numero di lavoratori.

Ora apprendiamo * che la Lavazza ha intrapreso la stessa strada: smart working esteso fino a dieci giornate lavorative mensili, utilizzabili anche per più giornate consecutive. Inoltre, tra  tra le novità e vari benefit del nuovo contratto, vi è l’introduzione del ‘venerdì breve’: i collaboratori beneficeranno dell’uscita anticipata il venerdì mediante l’utilizzo di parte dei riposi individuali previsti dal contratto nazionale, per un periodo di quindici settimane, da maggio a settembre.

Aziende ricche e sane. Chissà, oltre ad aver depositato molti risparmi, in questi due anni di pandemia abbiamo anche preso molti caffè.

Non siamo ancora al “lavorare tutti”; i problemi in gioco sono molteplici e profondi ma se questa è la direzione, saranno i governi, insieme ai sindacati ed alla società civile, a dover tracciare le normative per poterli superare.

Gianpaolo Nardi

con la collaborazione di Anna Scotton

gianpaolon@vicini.to.it

Nella foto: la sala congressi della Nuvola Lavazza

*https://www.adnkronos.com/il-modello-lavazza-settimana-piu-corta-e-congedo-paternita-esteso_6WOoM38WBincRuyLeUbgcv

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*