"C’è una strada che va dagli occhi al cuore senza passare dall’intelletto." (GK Chesterton)

Natale in una scatola: costruiamo il Presepe con Sandra

Se aveste sbirciato dalle finestre dell’Ecomuseo Urbano della Circoscrizione 2 un qualunque venerdì di novembre, sareste stati colpiti da uno spettacolo insolito: bambini, genitori, nonni, tutti indaffarati intorno a un tavolo pieno di scatole blu, e poi  carta, colla,colori, pennarelli e quant’altro.

“Che sarà  mai questo caos ?” vi sareste domandati : salvo ammutolire di sorpresa e di ammirazione entrando nell’ Ecomuseo e aprendo le scatole misteriose: dentro stavano nascendo tanti presepi, ognuno diverso dall’altro; presepi che un’affascinante signora dai capelli bianchi, Sandra Coluccia, insegnava a costruire a bambini e genitori insieme.
Sandra da anni costruisce presepi in una scatola . tutti bellissimi, tutti con la Natività inserita in un ambiente diverso ; dall’anno scorso ha messo la sua esperienza di artista,  la sua creatività a disposizione dell’ Ecomuseo della circoscrizione Due  con questa simpatica iniziativa :  “Costruiamo il presepe con Sandra”
Non vi svelerò i segreti di queste opere, realizzate con  grande impegno e gioia da bambini , genitori, nonni, perché potrete ammirarli in una mostra i cui vi daremo informazioni più avanti.
Vorrei invece farvi dono delle parole raccolte tra i bambini e i genitori, che ben esprimono i senti menti provati nello svolgimento dell’attività.
Mi è piaciuto molto fare il presepe perché è un’esperienza nuova, non avrei pensato di fare stare il presepe in una scatola, mi è piaciuto abbellire il presepe, fare la grotta, mettere Gesù Bambino, i personaggi, le pecorelle, imparare tecniche nuove” hanno detto Camilla, Rebecca, Valeria, Alessandra, Marta, Francesca, Elena, Simona, Cecilia, Lorenzo, Elena, tutti bambini tra i sei e i dieci anni.

Mi hanno colpito però soprattutto le riflessioni dei genitori, entusiasti di questa iniziativa. “Abbiamo imparato a riscoprire la bellezza di fare un lavoro con le mani, il che  nell’era digitale non è poco, inoltre ci è piaciuto tantissimo (hanno partecipato mamma e papà) perché ci ha permesso di ritagliare dalla vita frenetica di questi tempi uno spazio da dedicare ai nostri figli, il che per noi genitori rappresenta un valore inestimabile, mai scontato” ( papà di Camilla)” Mi ha offerto la possibilità di condividere dei momenti di lavoro con mia figlia in un’esperienza nuova” ( mamma di Rebecca)
E’ stata l’ attività manuale più emozionante che ho fatto negli otto anni di mia figlia; è la creazione più bella che io abbia mai realizzato insieme a mia figlia“( mamma di Valeria)
E’ stato importante imparare a creare il presepe con materiali di riciclo. E’ bello lo stupore di vedere i capolavori che vengono fuori dove prima non c’era niente. E’ un’ottima iniziativa per prepararsi al Natale, entrare nell’atmosfera del Natale“. ( mamma di Alessandra, Marta e Francesca)
” Il tempo è passato velocemente”oggi ci dicevamo. Che peccato! Solo più due settimane, ci dispiace che sia finito. E’ stata un’attività entusiasmante, un momento di relax in cui si possono fare le cose con calma. E’ stata un’attività che ha coinvolto mamme e bambini insieme : le mamme sono abituate a fare semplicemente le accompagnatrici e basta ( a danza, catechismo ecc.) qui sono entrate dentro l’attività, l’hanno vissuta col bambino.

E’ anche importante che l’attività sia gratuita, perchè dà a tutti la possibilità di partecipare. E’ anche un bell ‘esempio per i bambini che ci siano delle persone con più esperienza che abbiano voglia di trasmetterla.
Bello il clima molto accogliente dove non si viene valutati ma accettati per la propria creatività : non c’è un modo giusto di fare il presepe, ma ognuno fa il “suo” presepe.

In una società dove si punta tanto alla prestazione, qui si guarda al bello di creare qualcosa. E’ anche bello per i bambini non essere giudicati” ( mamma di Elena)
Questa esperienza è stata trasferita a casa, perché abbiamo ” pensato” alla preparazione del presepe, abbiamo costruito le casette, siamo andati a cercare le statuine. Abbiamo imparato da Sandra cose nuove sul presepe, soprattutto sui personaggi” ( mamma di Simona).

Sono stata commossa dall’entusiasmo di Sandra che ci ha trasmesso le emozioni della sua infanzia quando ci ha descritto il presepe che faceva con suo papà e di cui ricordava persino gli odori ( es odore di colla). Ci ha trasmesso un patrimonio, ha condiviso con noi una storia ; condividere il lato affettivo dell’attività è molto importante per i bambini”  (accompagnatrice di Cecilia)
E’ una bella idea per riscoprire un po’ di più le tradizioni. Siamo sempre tutti di corsa e si è perso il gusto di fare una cosa insieme. Il presepe è bello realizzarlo con materiali semplici, di recupero, meglio che andare a comprarlo già fatto. E’ stato bello lavorare insieme bambini e genitori : è un’esperienza che resta nel tempo: quando vai a riaprire il presepe ti fa ricordare questa bella esperienza” ( mamma di Lorenzo)
Abbiamo già dei progetti per l’anno prossimo :ne faremo uno col fratello,unendo le scatole, ognuno farà il suo pezzo. Bisogna cercare di avere uno spazio per fare una cosa con ciascun figlio. Abbiamo sperimentato la bellezza di vedere nascere qualcosa che non si sarebbe mai immaginato da una scatola vuota.” ( mamma di Sara)
E’ stata un’attività molto originale, in alternativa al solito presepio, insomma una novità creativa invece della solita abitudine con cui facciamo il presepio” ( mamma di Elena) e’ entusiasta anche la nonna per il modo in cui Sandra ha condotto la spiegazione dei pastori
” Complimenti a Sandra!!” ” E’ stata bella la collaborazione tra chi ha organizzato l’attività, i bambini e i genitori”
Che dire di più ? Che è stato bello e coinvolgente ed entusiasmante per noi volontari dell’ Ecomuseo che abbiamo partecipato a quest’attività, vedere l’impegno, la serietà e l’entusiasmo con cui bambini, genitori e nonni hanno lavorato e vedere nascere quei presepi nelle scatole, nessuno uguale all’altro, ognuno più bello dell’altro.
Grazie Sandra !!

Vi aspettiamo venerdì 14 dicembre alle ore 17 alla Cappella  Anselmetti dove si terrà la mostra dei presepi di Sandra e alle ore 18 all’Ecomuseo per la mostra dei presepi dei bambini.

Franca Guiot, volontaria EUT2

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

1 Trackback & Pingback

  1. Presepi nelle scatole, bambini entusiasti - VICINI

I commenti sono bloccati.